Martedì, 21 Settembre 2021
Sport

L'era Cassingena: anno per anno la storia del declino della Nobile Provinciale

Un viaggio a puntate nella storia di questo decennio, ricordando le tappe fondamentali che hanno portato il Vicenza dall'Europa ad essere ridotta a semplice comparsa in Serie B, e retrocessa infine in Lega Pro nel sllenzio della stampa nazionale, come fosse un Albinoleffe qualsiasi

L'ultima partita in serie B, lo 0-0 contro la Reggina

Il Vicenza dunque è in Lega Pro e stavolta non sembrano esserci all’orizzonte speranze di un ripescaggio che per ben due volte negli ultimi nove anni ha salvato la pelle della società di Via Schio. A settembre dunque, quando riprenderà il campionato, i vicentini si ritroveranno in compagnia di squadre come Lumezzane, Savona, Pro Patria, Feralpisalò e Pontedera che, con tutto il rispetto, non rappresentano certo il “Gotha” del calcio italiano.

E pensare che nel 2004, quando il Vicenza passò nelle mani del Gruppo Sisa rappresentato dalla figura di Sergio Cassingena, sembrava la fine di un incubo: “Enic go home”, recitavano gli striscioni della curva sud sotto lo spauracchio di un eventuale fallimento e dei libri in tribunale. Il cambio della guardia fu salutato dunque con soddisfazione da tutti, al punto che il Centro Coordinamento Club Biancorossi premiò il Cav Sergio Cassingena con la “Basilica d’Oro” e la stessa proprietà festeggiò nel settembre 2009, con pagina auto celebrativa, l’acquisizione definitiva della società con il saldo dell’ultima rata agli inglesi. In realtà per il Vicenza questi sono stati quasi dieci anni ricchi di fallimenti sportivi, sconfitte degradanti e insuccessi umilianti, di pagine dolorose (sportive e non) e di un Menti violentato da compagini provenienti dal nulla, il tutto condito da un patrimonio societario depauperato (vedi la cessione del Centro Sportivo di Isola Vicentina) e una tifoseria impoverita nei numeri e fiaccata nell’entusiasmo.


Cominciamo allora un viaggio a puntate nella storia di questo decennio, ricordando le tappe fondamentali che hanno portato il Vicenza da “Nobile Provinciale”, reduce da una Coppa Italia vinta e dai viaggi in Europa ridotta a semplice comparsa in Serie B, dimenticata dalle cronache sportive e retrocessa infine in Lega Pro nel sllenzio della stampa nazionale, come fosse un Albinoleffe qualsiasi.

  1. 2004-2005 L'INZIO: RETROCESSIONE E RIPESCAGGIO
  2. 2005-2006 SERIE B LA SALVEZZA ARRIVA ALL'ULTIMA GIORNATA
  3. 2006-2007 SERIE B "IL VICENZA? IL MIO REGALO", SALVEZZA A DUE PUNTI DAL PLAY OUT
  4. 2007-2008 SERIE B: ARRIVA PIERMARIO MOROSINI, CESSIONE DEL CENTRO TECNICO ALLA RIVER SRL
  5. 2008-2009: UNA DELLE MIGLIORI STAGIONI MA TRAGEDIA AL TARDINI DOVE MUORE EUGENIO BORTOLON
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'era Cassingena: anno per anno la storia del declino della Nobile Provinciale

VicenzaToday è in caricamento