Venerdì, 19 Luglio 2024
Sport

Uno Spezia cinico punisce i biancorossi, acciaccati e stanchi

Senza Signori ed Ebagua, e con un Galano non in forma, il Vicenza non riesce ad ottenere il sesto risultato utile consecutivo. Il cinismo dello Spezia castiga i biancorossi un po' in affanno

Non sono bastati cuore e determinazione al Vicenza di Franco Lerda per ottenere il sesto risultato utile consecutivo. L’assenza di una punta di peso come Ebagua, così come di un centrocampista come Signori, e la non ottimale condizione fisica di Galano, hanno fatto sì che i biancorossi perdessero quella imprevedibilità in fase di costruzione che sarebbe stata utile per battere un discreto Spezia.
 

LA CRONACA

Primo tempo giocato a viso aperto dalle due squadre dove però, ad esser premiato, è il solo Spezia che, con cinismo è riuscito a sfruttare due sulle tre palle gol costruite. Al 9’ da angolo, sulla prima azione della partita, lo Spezia passa in vantaggio grazie ad Errasti che sfrutta un'indecisione di Benussi e insacca su sponda di Calaiò. Il Vicenza non ci sta e prova subito ad agguantare il pareggio con Brighenti che al 16’, su cross di Vita dalla destra, prova un tiro di prima ma la palla termina di poco fuori. Dieci minuti dopo, è di nuovo la squadra di Mimmo Di Carlo a sfiorare il gol del due a zero con Situm che, dal limite dell’area di rigore, effettua un tiro di interno sinistro che Benussi devia in angolo. Al 31’ il Lane cerca il gol del pari con Raicevic che, su assist di Urso, colpisce di testa indirizzando la palla sul palo più lontano di Chichizola ma il montenegrino non riesce ad inquadrare la porta. Riesce ad inquadrarla invece senza problemi Canadjia che, su verticalizzazione di Sciaudone, si ritrova a tu per tu con Benussi e segna il gol dello 0 a 2.

Nei secondi 45’, è il Vicenza a provare a fare la partita con lo Spezia pronto a ripartire in contropiede. Al 58’, cross di Sampirisi e colpo di testa di Vita che termina di poco fuori. Sette minuti dopo, è però la squadra ligure ad andare vicina al terzo gol con Calaiò che, su cross dalla sinistra di Migliore, effettua un colpo di testa ma la palla termina di poco fuori. Al 70’, lo Spezia effettua il suo primo cambio con Acampora per Canadjia. Sarà proprio l’ex centrocampista scuola Inter, due minuti dopo, a segnare il gol del tre a zero con un tiro dai venti metri che sorprende Benussi. Nonostante il pesante risultato, la squadra di Lerda continua ad attaccare alla ricerca del gol. Al 77’, è di nuovo Vita a cercare la rete, su assist di testa di Raicevic, ma il tiro è troppo debole e di facile presa per Chichizola. Nove minuti dopo, ci prova anche Moretti, con un tiro di collo dalla distanza ma il portiere dello Spezia blocca in due tempi.

Vicenza (4-2-3-1): Benussi 5,5, Sampirisi 6, Adejo 5,5, Brighenti 6,5, D’Elia 5,5 (76’ Ligi s.v.); Moretti 5, Urso 5,5; Vita 6,5, Galano 5 (45’ Giacomelli 6), Sbrissa 5,5; Raicevic 5,5 (85’ Dieye s.v.). A disposizione: Pelizzoli, El Hasni, Bianchi, Paganin, Coulibaly, Cecconello. All. Lerda

Spezia (4-3-3): Chichizola 6; Martic 6, Terzi 6, Valentini 6, Migliore 6; Sciaudone 6,5, Errasti 7, Canadjia 7 (70’ Acampora 7); Piccolo 6  (81’ Ciurria s.v.), Calaiò 5,5, Situm 6,5 (74’ Catellani s.v.) . A disposizione: Sluga, Crocchianti, De Col, Juande, Pulzetti, Kvrzic. All. Di Carlo.

MARCATORI: 9’ Errasti (S), 36’ Canadjia (S), 72’ Acampora (S)

ARBITRO: Luigi Nasca (Sez. di Bari)

AMMONITI: -

ESPULSI: -

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uno Spezia cinico punisce i biancorossi, acciaccati e stanchi
VicenzaToday è in caricamento