rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Sport

Vicenza-Spal, trasferta a rischio: Mattioli disposto a scortare i suoi tifosi

L'Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni sportive considera la trasferta dei ferraresi come ad alto rischio e ha sopeso la vendita dei biglietti

E' attesa per lunedì la decisione dell'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive a proposito della trasferta dei tifosi della Spal, attesi sabato alle 15 al Menti. 

La prevendita, inziata venerdì, è rimasta sospesa per i residenti in Emilia Romagna. Nel frattempo la tifoseria ferrarese ha lanciato un appello per raggiungere Vicenza in treno ed è proprio questa modalità, che prevede una fermata a Padova, a preoccupare maggiormente le forze dell'ordine ma non è detto che anche pullman e auto non possano subire restrizioni.

Aggiornamento alle 18 di lunedì. Ancora nessuna notizia ufficiale dall'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive ma, come riporta lo Spallino il presidente Mattioli, assicura un’assunzione di responsabilità in vista di questa trasferta.

"Il presidente della Spal prima ha chiarito di essere ancora in attesa di sviluppi (“Stiamo lavorando, i contatti sono continui”) e poi ha spiegato quali sono stati i passi intrapresi dalla società per favorire una soluzione positiva: “Ho parlato col Vicenza e da parte loro c’è disponibilità ad accogliere i nostri tifosi. Le perplessità vengono dalle autorità, in particolare l’Osservatorio.

Per sbloccare la situazione, dopo aver parlato con i rappresentanti della nostra tifoseria, ho inviato una lettera a nome della SPAL in cui si assicura un’assunzione di responsabilità in vista di questa trasferta. Le autorità hanno preteso un impegno per far sì che non accada niente. Qui mi rivolgo ai tifosi: dovranno avere un atteggiamento tranquillo e non rispondere alle eventuali provocazioni.

Se andranno in trasferta sarà solo per sostenere la SPAL, perché mi assumo io la responsabilità della loro presenza a Vicenza. Sto facendo di tutto per arrivare a una risposta positiva, ma tutto deve andare per il verso giusto altrimenti rischiamo direttamente come società. Se partirà un deferimento o qualcosa del genere, in futuro sarà molto difficile organizzare altre trasferte con certi numeri.

La dirigenza, come forma di impegno concreto, è disponibile anche a pagare una trentina di steward che viaggeranno con i tifosi allo scopo di mantenere l’ordine.

Ovviamente il punto critico è il viaggio in treno, perché per arrivare a Vicenza c’è un cambio a Padova. E lì c’è sempre il rischio che succeda qualcosa con i tifosi del Padova. Le autorità avrebbero preferito venti pullman. Ma abbiamo assicurato che gli steward staranno con i tifosi dalla partenza fino all’ingresso dello stadio. Tutto questo pur di fare in modo di averli con noi. Al momento non c’è ancora una risposta da parte dell’Osservatorio, ma la attendiamo a ore, anche perché visto l’afflusso importante previsto anche il Vicenza ha fretta di aprire la vendita dei biglietti”. Mattioli ha anche smentito categoricamente un’indiscrezione circolata in mattinata, ossia dell’autorizzazione della trasferta a fronte di un impegno da parte della tifoseria a spostarsi con pullman e automobili."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza-Spal, trasferta a rischio: Mattioli disposto a scortare i suoi tifosi

VicenzaToday è in caricamento