rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Sport

Vicenza-Pro Vercelli: le interviste a Pasquale Marino ed ai protagonisti

Le parole del tecnico e dei giocatori biancorossi al termine del deludente pareggio con la Pro vercelli, che ha visto Ebagua in gol ma anche sbagliare un rigore

La parole del mister e dei giocatori al termine di Vicenza-Pro Vercelli. 

FEDERICO MORETTI: "Abbiamo lottato sin dal primo minuto, purtroppo non è andata come volevamo. Se il rigore fosse entrato staremmo parlando di altro. Noi ci mettiamo tutto quello che abbiamo, capisco i tifosi, hanno ragione, ma l'appello da fare è che solo tutti insieme possiamo raggiungere l'obiettivo. Abbiamo bisogno del sostegno del nostro pubblico"

PASQUALE MARINO: "Purtroppo non è arrivata la vittoria però credo che abbiamo fatto l'impossibile per cercare di vincere. Purtroppo abbiamo perso gol su una disattenzione nostra. Per il rigore è andata così: si sono messi d'accordo loro. Quando si sbaglia ci si arrabbia, non è il primo che sbagliamo e anche questi episodi ci stanno condannando. Dobbiamo lottare fino alla fine, i ragazzi hanno fatto un grande secondo tempo, mi dispiace per la contestazione, ma durante la partita ci hanno incitato. La sqaudra oggi ha dato tutto, abbiamo giovato, manovrato, e continuo a essere fiducioso. Dobbiamo stare attenti ma lo spirito di oggi è quello giusto. Occasioni ne abbiamo avute fino alla fine, siamo vivi, ma è chiaro che quando non vinci arrivano le critiche. Oggi siamo stati propositivi ma sfortunati. Hanno dato tutto, peccato per il risultato". 

ALESSANDRO LIGI: "Durante il nostro vantaggio gli avversari ci hanno provato e abbiamo preso il gol quando eravamo in inferiorità numerica. Sul secondo tempo credo che non ci sia niente da dire, ci è mancato il guizzo, oltre al rigore sbagliato, per trovare il vantaggio. Noi dobbiamo continuare a lavorare e solo cosìne potremo uscire. Si sono difesi per '45 minuti e solo con un episodio ne potevamo uscire, purtroppo al rigore è andata male. Abbiamo dato tutto in campo, grazie per il sostegno, la contestazione, fuori dal campo, ci sta. Con il Novara sarà una partita difficile ma entreremo in campo con la cattiveria giusta". 

MARIO SAMPIRISI: "Uscito Brighenti non ci siamo sistemati bene ma l'errore è stato di atteggiamento e ci siamo abbassati troppo dopo aver segnato, e l'abbiamo preso. Quando arrivi da risultati negativi, vai in vantaggio in casa e incosciamente ci siamo piegati in difesa e non siamo più riusciti a giocare. 20 minuti di sbandamento. Nel secondo tempo è stato difficile aggredirli perchè loro erano in 9 nella loro area e non è facile. Si poteva sbloccare con una palla inattiva e l'episodio del rigore è andato male. Certamente abbiamo corso tanto, è stata dura essere lucidi fino in fondo". 

NICOLO' BRIGHENTI: "Il rammarico grosso è che quando eravamo in 10 abbiamo preso il gol, ma c'è poco da piangerci addosso, dobbiamo essere più forti anche di queste situazioni. Non abbiamo avuto tante occasioni limpide ma siamo sempre stati davanti. Il rammarico più grosso è proprio su risultato: i rigori si fanno e si sbgaliano, nessuna corce su Giulio. Ora dobbiamo ripartire e continuare. Non siamo una squadra in difficoltà, come si è visto dalla partita, e se giochiamo così ci salviamo. Se il rigore fosse entrato saremmo qui a dire altro: oggi abbiamo fatto bene e la strada è questa". 



 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza-Pro Vercelli: le interviste a Pasquale Marino ed ai protagonisti

VicenzaToday è in caricamento