Roberto Baggio si "laurea" allenatore a Coverciano

L'esame è stato sostenuto venerdì scorso. Il Codino di Cadogno, ora presidente del settore tecnico Figc, è allenatore professionista di seconda categoria: potrà allenare dalla serie C in giù

Roberto Baggio potrà allenare squadre fino alla Prima Divisione, Primavera e giovanili. Restano precluse per lui le panchine delle serie A e B, dove potrà per ora fare solo l'allenatore in seconda. Il passaggio è stato ufficializzato lunedì: Baggio tecnicamente ora è allenatore professionista di Seconda categoria - Uefa A.

Il codino più famoso del calcio ha fatto il grande passo, e venerdì scorso ha superato gli esami a Coverciano, insieme ad altri ex giocatori come Andrea Sottil, Luigi Piangerelli e Ivan Juric. Ma tutti gli occhi ora sono puntati sull'ex campione nato a Caldogno nel 1967 (guarda in questo video i suoi dieci gol più belli della carriera): attualmente è presidente del settore tecnico della Figc, voluto da Prandelli un anno fa, ma pare che il ruolo gli stia stretto. Ora potrebbe tornare a calcare il campo, sia pur restando oltre le linee del fallo laterale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro, fatale caduta mentre sta operando su un macchinario: muore 59enne

  • Tara Gabrieletto e Cristian Gallella si sono separati, l'annuncio sui social dell'ex tronista

  • Covid-19, il "caso" Laserjet: "Nessun contatto da settimane con Lino"

  • Muore in circostanze misteriose, la procura dispone l'autopsia

  • Coronavirus, stretta sui tamponi e isolamento post viaggi extra Ue: la nuova ordinanza

  • Coronavirus, altri nuovi casi: positive due sorelline di 3 e 6 anni

Torna su
VicenzaToday è in caricamento