rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Sport

Rio 2016, niente da fare per Matteo Galvan: "Nei 200 farò meglio"

Il vicentino, con un 46.06, ben lontano dal suo record italiano, complice anche la prima corsia ed una condizione precaria per via di un problemino al tendine d'achille, chiude al quinto posto. Ora spera nei 200

Niente da fare per Matteo Galvan. Il vicentino è stato eliminato nelle batterie dei 400 metri piani, con un 46.04, ben lontano dal suo record italiano. La prima corsia e il problema al tendine d'achille lo hanno fatto finire quinto, poi diventato quarto per la squalifica di Anas Beshr,  e non entra nei ripescaggi per la semifinale.

In mixed zone queste le parole dell’atleta berico: “A prescindere dalla corsia ho avuto un problema al tendine d’achille e speravo di fare meglio. Invece non ce l’ho fatto, penso che comunque nei 200 potrei andare meglio però questo è e non posso farci niente. L’obiettivo primario era guadagnare il minimo, poi ho avuto questo problema al tendine che mi ha frenato negli allenamenti, ma sono convinto che nei 200 posso fare sicuramente meglio”. Le eliminatorie sono in programma il 16 agosto. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rio 2016, niente da fare per Matteo Galvan: "Nei 200 farò meglio"

VicenzaToday è in caricamento