rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Sport

Renate, Renate, Renate! Le Pagelle Del Baffo Belloni

La canzone del Vicenza assorda lo stadio di Meda. Biancorossi micidiali dopo appena 50 secondi. Partita chiusa poi a fine ripresa con la zuccata di Cuomo. Quarto successo consecutivo di Vecchi e Lane che vola, in attesa dei risultati delle rivali

CONFENTE 6,5: altra buona prestazione del giovane portiere ex Sambonifacese e Chievo. Il Renate non l’ha fatto soffrire più di tanto. Lui comunque è stato sempre attento nelle uscite volanti e nei rinvii di piede, Ancora promosso,

CUOMO 6/7: ha dovuto fare da chioccia ad un reparto difensivo che eufemisticamente potremmo definire sperimentale. Grazie alla sua esperienza e fisicità ha fatto argine. Se poi ci mettiamo che è un suo guizzo di testa in area a chiudere i conti in zona Cesarini, il voto lievita.

FANTONI 6+: non è proprio un absolute beginner, grazie a qualche esperienza fatta l’anno passato ad Ancona, ma per il 22enne bassanese possiamo tranquillamente chiamarlo il battesimo del fuoco. Che supera in scioltezza senza errori evidenti.

SANDON 6+: nella partita odierna, viste i forfait là dietro, il mister ne limita le progressioni per impegnarlo maggiormente in marcatura. Spesso si trova a duellare con Sorrentino, attaccante cui non mancano né fisico né esperienza. Esame passato.

TALARICO 6/7: il Pippo Filippi del Terzo Millennio è u soldatino che non tradisce mai. Nell’occasione serviva stare più bassi per aiutare la linea arretrata. Lui risponde signorsì e si mette battagliare come un vero veterano. Rifategli il contratto, please!

RONALDO 7: questo carioca non è nemmeno lontano parente del giocatore abulico e indisponente di qualche mese fa. Buon per noi, perché quando gioca come fa ultimamente dirige da solo il centrocampo dettando tempi e spazi vincenti. Resta solo da aspettarlo ai gol su tiri da fermo. Ma forse val la pena di accontentarsi.

TRONCHIN 7: altro giocatorino che sarà bene incatenare alla statua di Pablito per evitare che gli venga la tentazione di cambiare aria. Svolge il compito di fedele scudiero di Pompeu Da Silva in groppa al suo Ronzinante. Ma non è un rozzo Sancho Panza, ma un signor centrocampista, con piede educato e polmoni d’acciaio. Va anche al tiro, ma lì deve migliorare… Ecco un altro da arruolare subito senza aspettare la scadenza del 30 giugno!

(PROIA) 6: pochi minuti per ribadire: “Ci sono anch’io”:

GRECO 7: una partita di grande spessore, che dimostra la sua versatilità nei vari settori in cui il mister lo chiama. Puntuale nelle chiusure e svelto nelle ripartenze. Il suo break del 71’ che si conclude con un traversone col contagiri per il Loco è davvero da standing ovation.

DELLA MORTE 7,5: è un giocatore che anche quando non è al 100% ti fa domandare che diavolo ci faccia in Terza Serie. Ha giocato una gara delle sue e anche se non è andato in gol, ogni volta che tocca palla mette gli avversari in terribili ambasce. Al 65’ sfodera un’azione da Università del Calcio ma alla fine pecca di egoismo

(CAVION) 6+: breve ma valido il suo ingresso, che dà grinta alla squadra

ROLFINI 7: dopo tante critiche, che l’avevano retrocesso da Cobra ad Orbettino, il nostro bomber2 sta infilando prestazioni di assoluto valore. Oggi è stato letale in occasione del gol lampo ma poi sempre una spina nel fianco degli avversari. Difficile toglierlo adesso.

(PELLEGRINI, ROSSI, DELLE MONACHE):n.g.

FERRARI 6:. diamogli tutti i meriti che gli toccano per la sua straordinaria generosità e dedizione alla squadra, tutte medaglie che lo rendono elemento cardine degli ultimi successi. Ma non è il Loco di un tempo. Lo si vede benissimo al 71’ quando caccia fuori dallo specchio della porta un pallone col contagiri che un tempo avrebbe spinto dentro ad occhi chiusi. Speriamo ritrovi il dente avvelenato nei play off. Allora si che ne vedremo delle belle…

All. VECCHI 8: cercava la quadra del grippo e pare proprio averla trovata. Il Renate ha tanta buona volontà ma il Lane di questo momento è una montagna troppo irta da scalare. Di fronte ad una situazione di difficoltà in difesa per tre assenze cardine (Golemic, Laezza e Costa) dimostra sul campo di avere idee chiare e di saper giostrare con sicurezza i rincalzi Unico appunto che mi sento di fargli (ma io sono un Signor Nessuno) è il cambio di Ronaldo che avrei anticipato di almeno un quarto d’ora).


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Renate, Renate, Renate! Le Pagelle Del Baffo Belloni

VicenzaToday è in caricamento