rotate-mobile
Sport Stadio

Vicenza traversa, Reggina gol, sotto l'albero è sconfitta biancorossa

Una rete di Ceravolo a metà ripresa, basta alla Reggina per portarsi a casa la vittoria, contro un Vicenza che ha colpito la traversa con Malonga ma che dopo il gol subito non ha saputo reagire

Quale può essere il destino di una squadra che quando segna tre gol non vince e quando ne subisce uno perde? La risposta a questa domanda, vista la partita di oggi, condita dalla situazione in classifica, potrebbe indurre al pessimismo che però Breda e i suoi uomini dovranno accuratamente evitare, per non rischiare di vedere il Vicenza avvitarsi su se stesso e peggiorare ulteriormente la situazione. I biancorossi non meritavano di uscire battuti dal Granillo, non certo in virtù di chissà quale grande prestazione, ma semplicemente per il fatto che gli avversari probabilmente hanno prodotto anche meno di quanto abbiano fatto gli uomini di Breda. E' bastato un golletto a metà ripresa su un'azione personale di Ceravolo, per portare il massimo risultato in casa dei calabresi e rimandare a casa i biancorossi con le classiche pive nel sacco. IL VIDEO

Nei primi dieci di gioco non è successo granchè, ma un brivido sulla schiena dei tifosi biancorossi correva quando Freddi depositava di testa alle spalle di Coser la palla proveniente da un calcio di punizione, risultando però chiaramente in posizione irregolare, con conseguente fischio dell'arbitro Cervellera. La partita per altri dieci minuti correva via senza emozioni, interrotta solo da un colpo di testa di Armellini bloccato senza troppi patemi da Coser, mentre dall'altra parte i biancorossi (oggi in divisa verde fluo) non producevano molto di rilevante se non qualche cross di Semioli sempre preda del portiere Baiocco. A ridosso del trentaseiesimo minuto Comi interrompeva gli sbadigli del pubblico con un destro che  prendeva il giro sbagliato, terminando di un bel po' lontano dalla porta difesa da Coser, ma l'occasione più clamorosa giungeva tre minuti dopo ed era di marca biancorossa con Giacomelli che in area da terra serviva Malonga, il quale di prima intenzione girava a rete cogliendo secco la traversa; sulla respinta arrivava Castiglia che, da fuori area, provava il piatto al volo trovando però pronto Baiocco.

Bisongava aspettare il quarto d'ora della ripresa per rivedere qualcosa di interessante in campo, con Armellino che impegnava Coser in tuffo alla sua sinstra per deviare in angolo un fendente da distanza ravvicinata. L'occasione per i padroni di casa arrivava un paio di minuti prima di quella per il Vicenza, con Padalino che di testa sul vertice dell'area piccola metteva dentro per Martinelli che in semi rovesciata batteva a rete, colpendo però in volto il portiere Baiocco che dunque riusciva a respingere in modo poco ortodosso ma efficace. Al ventisettesimo l'equilibrio, che sembrava non potersi rompere, veniva invece infranto dall'invenzione di Ceravolo che dal limite dell'area, superava la guardia non certo impeccabile di Camisa e si inventava un destro a girare che batteva Coser sul palo distante. Il gol subito non produceva una reazione degna di tal nome per i biancorossi che anzi ad un minuto dalla fine rischiavano ancora con Coser che si distendeva a smanacciare fuori un diagonale ancora di Ceravolo. I sei minuti di recupero di fatto producevano solo un tiro alto di Pinardi con il fischio finale di Cervellera che sanciva l'ennesima sconfitta dei biancorossi con una classifica che ora vede il Vicenza al quart'ultimo posto insieme con il Novara, per una situazione che alla fine del girone di andata si rivela decisamente precaria, alla vigilia di un nuovo importante scontro contro lo Spezia al Menti, domenica prossima. FAI IL TUO PRONOSTICO


Reggina (3-5-2): Baiocco; Adejo, Freddi, Lucioni, Armellino, Melara (77' Rizzo), Castiglia, Barillà, Rizzato, Sarno (58' Ceravolo), Comi.
A disposizione: Facchin, Ely, Di Bari, Hetemaj, Fishnaller, Campagnacci. Allenatore: Davide Dionigi.

Vicenza (4-3-3): Coser; Brighenti, Martinelli, Camisa, Di Matteo; Padalino (77' Maiorino), Giandonato, Castiglia; Semioli (58' Pinardi), Malonga (74' Mustacchio), Giacomelli.
A disposizione: Pinsoglio, Pisano, Laczko, Malonga, Minesso, Plasmati. Allenatore: Roberto Breda.

Arbitro: Cervellera di Taranto, assistenti Di Francesco e Lo Cicero, quarto uomo Saia.

Rete: 27' Ceravolo
Note: Giornata soleggiata, terreno in precarie condizioni. Ammoniti: Camisa (V), Lucioni (R), Castiglia (R), Sarno (R), Barillà (R), Ceravolo (R), Brighenti (V). Angoli: 6-8. Recuperi: 0' pt, -6 ' st.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenza traversa, Reggina gol, sotto l'albero è sconfitta biancorossa

VicenzaToday è in caricamento