Il Lane in B vale un nono posto? Il responso spetta al campo

I biancorossi hanno buone chance per non sfigurare nella serie cadetta anche se le previsioni precampionato non sono affatto una scienza esatta

Andrej Galabinov

In attesa che il doppio confronto amichevole (venerdì 18 settembre a Caldogno con il Südtirol e sabato 19 al Menti col Legnago) fornisca le ultime informazioni precampionato sullo stato della squadra, serpeggia tra i tifosi «un confortante gradimento» sul Vicenza visto sin qui di fronte ad avversari di rango.

Se escludiamo il pessimo primo tempo col Milan, l'undici di mister Di Carlo si è dimostrato equilibrato, tignoso e capace, per molti tratti, di produrre un calcio piacevole da vedere. La domanda che tutti mi fanno è però la seguente: «come potrà figurare il Lane una volta impegnato nella battaglia vera e propria?».

Se il calcio fosse una scienza esatta potrei anche cercare di dare una risposta qualificata. Non essendo così, devo limitarmi a scontentarli con un'opinione ancora a livello embrionale. Perché, come si sa, è quando il gioco si fa duro che i duri ballano. Quel che si può dire, con un po' di buon senso, è che (allo stato attuale, con ancora una quindicina di giorni di mercato da vivere) c’è nel lotto della Cadetteria un gruppo di squadre che sulla carta vanta ambizioni e quotazioni ben superiori ai biancorossi. In prima fascia metterei le favorite d'eccellenza: Spal Brescia e Lecce come neoretrocesse dalla A, assieme ad altre tre formazioni che mi sembrano decisamente agguerrite e cioè il Super Monza, il Pordenone e un club neopromosso in B ma che sta operando alla grande sul mercato, la Reggina.

Subito dietro a queste sei, altre tre compagini che per rango e rinforzi possono ambire alle zone altissime della graduatoria: Frosinone, Empoli e Cittadella. E attenzione alle possibili sorprese della stagione. Sto parlando di Cremonese (che ha fatto un'ottima campagna acquisti, candidandosi ad outsider) e Reggiana (nuovo acquisto del campionato di seconda serie, che sul buon tessuto dello scorso anno ha piazzato cinque o sei colpi importanti). Non va dimenticato comunque il Chievo, che tuttavia io personalmente non vedo in lotta per il vertice.

Dove potrebbe collocarsi il Lane in questa lista di candidate, oggi come oggi, con l'organico così com'è? Volando con i piedi per terra (come diceva Mario Sampirisi) azzarderei che il gruppo berico vale l'ottava-nona piazza, buone entrambe per agganciare gli ultimi vagoncini dei play off. Molto dipenderà dalle ultime mosse del Mago Giuseppe, il quale raschierà sicuramente il fondo della bisaccia per portare a casa il bomber atteso da tutti. E forse anche un centrocampista in più (Antonucci della Roma?).

Dopo la ridda di nomi della settimana scorsa, le chiacchiere stanno ora quasi a zero. Qualcuno dei bocconi più appetitosi (Coda, Menez, Canotto, Strizzolo, Diaw, Crisetig, Kastanos, Barillà, Del Prato, tanto per non far nomi) si è già accasato, qualche altro (tipo Ciano, Dionisi, Mancosu, Forte, Torregrossa, Biasci ecc.) appare ipervalutato. Per il resto, c'è molta fuffa e qualche nome speso solo per alimentare le pagine sportive, come la «bomba» Pazzini, sparata negli scorsi giorni. L’impressione è che il DS del Vicenza stia in agguato in attesa delle ultime ore di contrattazione, quando diverse squadre si ritroveranno con la rosa gonfia e la necessità di sfoltire un po' la colonna ingaggi. Se via Schio riuscirà a piazzare le due zampate giuste, le quotazioni di Di Carlo & C. potrebbero salire assai.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E così il Lane diventare «la mina vagante della Cadetteria», una fra quelle che sono riuscite nel miracolo del «doppio salto»: magari non con un predominio stellare, come il Benevento nella stagione scorsa, ma giusto con il punticino decisivo. In caso contrario, resteremo fermi al programma di Renzo Rosso. Consolidamento nel nuovo torneo, per porre le basi alla scalata all'Olimpo nei prossimi tre anni. Abbiamo mangiato tanto guano nel recente passato che un po' di pazienza mi sembra il minimo… Pazienza, condita però da qualche soddisfazione, di quelle che regalano sorrisi e sogni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La taverna al confine tra Vicentino e Trentino: salva dalla chiusura alle 18 per qualche metro

  • Coronavirus: il cibo per rafforzare il sistema immunitario

  • Vicenza misteriosa: leggende, storie, fantasmi

  • Coronavirus, impennata di nuovi positivi a Vicenza

  • Superenalotto, in provincia di Vicenza vinti 18mila euro

  • Lutto per Silvia Toffanin: è morta mamma Gemma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento