Sport

Basilica d’oro, il premio alla memoria di Piermario Morosini

Il riconoscimento promosso dal Centro di Coordinamento dei club del Vicenza Calcio verrà assegnato alla memoria dell'ex giocatore morto il 14 aprile 2012. Intanto è stato chiesto il rinvio a giudizio per tre medici

Piermario Morosini

Verrà assegnato alla memoria di Piermario Morosini il premio Basilica d’oro 2013, riconoscimento promosso dal Centro di Coordinamento dei club del Vicenza Calcio. Il riconoscimento conferito al ricordo dell'ex giocatore di Vicenza, Livorno, Udinese, Bologna, Reggina e Padova morto sul campo di gioco a Pescara il 14 aprile 2012, verrà consegnato ad uno dei familiari il 17 dicembre.

IL PREMIO. Il riconoscimento è accompagnato dalla motivazione che chiarisce il valore del calciatore scomparso prematuramente: “Con il suo attaccamento alla maglia - recita la motivazione - con i valori che lo hanno sempre accompagnato, umiltà, generosità, forza di volontà e che lo rendono tutt'ora un esempio per tutti, si è voluto assegnare a Piermario Morosini questo premio perché il suo essere ormai un simbolo per il mondo biancorosso merita di essere ufficialmente riconosciuto".

LE RESPONSABILITA' DEI MEDICI. Intanto lunedì è stato chiesto il rinvio a giudizio di tre medici coinvolti nel caso sostanzialmente per il mancato uso del defibrillatore, per le procedure durante le fasi del soccorso e le responsabilità medico-legali. Toccherà quindi al Gup Luca De Ninis stabilire se i tre medici debbano andare a processo per rispondere di omicidio colposo. L'udienza è stata fissata per il 20 febbraio 2014. In particolare al medico del Livorno si contesta che con la presenza in campo del defibrillatore avrebbe "dovuto saperlo impiegare” mentre a quello del 118 che avrebbe dovuto condurre i soccorsi. Prosciolto intanto il cardiologo dell'ospedale di Pescara.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basilica d’oro, il premio alla memoria di Piermario Morosini

VicenzaToday è in caricamento