Sport

"Mettici il cuore", in nome del Moro

A sette anni della sua morte, l'associazione dedicata a Piermario Morosini ha presentato al Menti lo stato del progetto

Piermario Morosini

Con tutta la buona volontà, uno come Mario non te lo puoi dimenticare. E, lo dico per chi non l’abbia conosciuto personalmente, la sua fine tragica e mediaticamente fortissima, c’entra solo in parte con la traccia che questo ragazzo bergamasco ha saputo lasciare nel calcio e nella vita.

Ci sta pensando, qui a Vicenza, l’Associazione Morosini a lui intitolata, a tenere vivo il ricordo, anche attraverso iniziative come quella presentata ieri al Romeo Menti. Si è trattato, in particolare, della presentazione del progetto “Mettici in cuore” realizzato in collaborazione con il Lanerossi Vicenza affiancato da Croce Bianca e dal Centro di Formazione 21 EmerForm e che ha l’obiettivo di estendere ed approfondire le conoscenze di rianimazione col defibrillatore in caso di patologie cardiache. Sul tavolo dei relatori, il presidente del sodalizio “Mario Morosini”, affiancato dal DS dei biancorossi, Werner Seeber, dal presidente di Croce Bianca Filippo Galuppo, dal direttore di 21 Emerform Andrea Faccini e da Romina Contarato, dirigente.

L’alternarsi degli ospiti ha permesso di mettere in luce la situazione e le prospettive dell’iniziativa, che si rivolge ai ragazzi ed in particolare al settore giovanile del Vicenza, cui saranno offerte in due giornate full time di formazione (21 e 28 febbraio), estendibili più avanti anche alla squadra maggiore e allo staff tecnico, al fine dell’ottenimento del patentiono BZSD (Basic Life Support and Defibrillation). La combinazione tra l’intervento manuale dell’operatore e l’uso corretto della macchina, infatti, può permettere di trasformare i primi 10 minuti dall’incidente nel momento decisivo per salvare la vita del soggetto, quadruplicando le possibilità di successo dopo l’arrivo dell’ambulanza. Ci sono già oggi più di 1.000 apparecchi disponibili sul territorio.

Nell’anno passato, l’attività di promozione ha toccato, oltre alle società sportive, anche le scuole e quest’anno sarà ampliata con corsi tenuti agli studenti nelle Giornate dello Sport (Istituti Lampertico, Baronio, Boscardin e Mainardi), con la presenza di operatori esperti e di giocatori biancorossi. Ha contribuito alla presentazione il DS del Lane Werner Seeber, che ha ribadito l’interesse del club all’iniziativa e la soddisfazione di poter aiutare un progetto che è sociale ma costituisce nel contempo un’opportunità nuova per il futuro del Vicenza. Il quale, lo aggiungiamo in chiusura, è in questo momento l’unica società professionistica nel mondo del pallone ad aver implementato in modo tanto convinto un piano di formazione a livello di vivaio destinato a tutelare non solo l’attività sportiva ma anche la vita stessa dei giovani atleti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mettici il cuore", in nome del Moro

VicenzaToday è in caricamento