rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Sport

Un Lane zombie fa Halloween

Al Tardini Brocchi & C. mai in partita. Le pagelle di Alberto Belloni

Godono della superiorità numerica ma non ne approfittano. Vanno sotto col solito errore individuale e poi sprofondano nella mediocrità più assoluta. Con Brocchi & C. fallisce, almeno sin qui, il progetto tecnico della famiglia Rosso. Delusione sanguinosa per gli oltre 600 tifosi che hanno seguito la squadra a Parma.

GRANDI 6: nella prima parte di gara sono ordinaria amministrazione. Al 61’ evita in modo brillante il raddoppio di Mihaila in mezzo ad una difesa biancorossa in pieno smarrimento. Salva ancora all’85’ su Delprato che maramaldeggia.

IERARDI 5+: un tentativo di testa al 10’ (fuori). Molte palle portate avanti ma senza troppo costrutto. La sua prova, tuttavia, non è del tutto negativa.

PASINI 6: ancora una volta il più convincente della retroguardia biancorossa. In realtà gli avanti gialloblù non fanno sfracelli, se non verso fine gara. Ma sul gol decisivo è tutta la difesa a sbandare.

PADELLA 5+: gara attenta e giudiziosa, anche se non esente da qualche sbavatura. Non è però il pacchetto arretrato ad essere particolarmente sul banco degli accusati.

CALDERONI 3: non pervenuto. Sorge spontanea una domanda: quanto scarso deve essere il giovane Sandon per non riuscire a scalzare la maglia da titolare dalle spalle dell’ex Lecce?

(GIACOMELLI) 4/5: al 91’ avrebbe sul piede l’occasione (l’unica) di riportare il Lane in parità, ma il suo piattone finisce su Danilo. Grave errore per uno con la sua esperienza.

TAUGURDEAU 4: al 35’ ci prova su punizione ma Buffon para. Cartellino giallo per arginare un break dei parmensi. Per il resto si limita al compitino. Ordinato ma senza nemmeno un lampo ad illuminare il grigiore della squadra.

(PONTISSO) n.g.: entra e dovrebbe cercare rivincite e riscatti. Nada de nada…

RANOCCHIA 5/6: prova la conclusione dalla media distanza ma la traiettoria è telefonata. Non ripete la bella prestazione vista col Monza, ma nonostante la vena non brillantissima è l’unico che cerca qualche giocata fosforica.

(ZONTA) n.g.: pochi minuti in campo. Andava inserito prima?

PROIA 3: altro desaparecido da inizio stagione. La società ha investito buona parte del budget di mercato per un giocatore che avrebbe dovuto fare la differenza. Lui la fa. Ma in negativo…

(DALMONTE) 5: prova a lasciare un segno sulla gara ma la sua verve quest’anno è spenta e si limita ad un paio di palloni messi al centro.

DI PARDO 4: molto bella la coordinazione al tiro al 36’ ma il portiere si oppone bene. Al 52’ va di nuovo al tiro ma senza esito. Da fucilazione il secondo fallo su Koulibaly, che lascia i compagni in 10 uomini e consente ai padroni di casa una gestione più agevole del risultato. E questo gli costa la valutazione.

LONGO 4: poche cose da annotare, delle quali una sola da ricordare: la girata volante che verso fine partita diventa un assist per la testa di Diaw. Poco. Troppo poco. Poi esce per un guaio muscolare.

DIAW 3: al 36’ una sua proiezione verso la porta induce Brunetta al doppio fallo da espulsione. Ma al 43’si inventa uno sciagurato passaggio trasversale che diventa l’assist per il vantaggio ducale. Qualsiasi allenatore di Terza Categoria sarebbe sceso in campo per prenderlo a calci in culo. Poi becca il solito giallo. Al 56’ ci prova di testa ma non impensierisce l’ex portiere della Nazionale.

MEGGIORINI n.g.: passa inosservato.

Mister BROCCHI 3: lo schieramento in campo ha una sua logica. Ma la scelta degli uomini meno, a partire dalla fascia sinistra. La grande responsabilità dell’allenatore è l’aver dato fiducia ad un gruppo di giocatori che gioca senza occhi di tigre. Mai, in 93’ minuti i suoi danno l’impressione di poter passare e il Parma porta a casa il risultato senza nemmeno dannarsi l’anima. Ok, le scelte di mercato non sono sue personali, ma ci si poteva attendere almeno un cambio nell’approccio alle partite. Che invece è sempre quello di Di Carlo. E in questo modo la strada per la C sembra tracciata…

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un Lane zombie fa Halloween

VicenzaToday è in caricamento