rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Sport San Paolo / Via Carlo Goldoni

Ginnastica artistica: il sogno può ripartire, in attesa degli attrezzi

Inaugurato oggi il nuovo impianto di viale Ferrarin ricavato da un'ex piscina. Il costo complessivo dei lavori è stato di di 1,3 milioni di euro, di cui 500 mila finanziati dalla Regione Veneto

Da piscina coperta a palestra per la ginnastica artistica: è un’autentica metamorfosi quella che ha compiuto l’impianto sportivo adiacente al palasport di via Goldoni. Il processo è iniziato esattamente due anni fa in seguito alla decisione dell’amministrazione comunale di individuare un luogo specifico da destinare ad una disciplina che richiede spazi e attrezzature non compatibili con altre attività sportive. Oggi, giorno dell’inaugurazione del nuovo impianto, è stato il sindaco Achille Variati a tagliare il nastro, teso dai piccoli atleti delle società sportive Umberto I e Gymnica Vicentina, i quali si sono poi esibiti in esercizi e coreografie.

Alla cerimonia erano presenti anche gli assessori allo sport Umberto Nicolai e ai lavori pubblici Ennio Tosetto, il consigliere nazionale della Federazione italiana ginnastica Claudio Berto e le società sportive Umberto I e Gymnica Vicentina, con l’olimpionica Laura Bortolaso compresa. 

Inaugurazione palestra ginnastica artistica



“Il sogno di una palestra di ginnastica – ha spiegato Nicolai - era nata negli anni ’80 quando la campionessa Bortolaso della Umberto I comandava le classifiche nazionali e internazionali raggiungendo peraltro l’eccezionale traguardo delle olimpiadi di Montreal. Grande quindi la soddisfazione di aver finalmente creato un punto di riferimento in città per la ginnastica di alto livello”. 

L’impianto si compone di due sale: quella grande da 525 metri quadrati, dove troveranno posto pedana per corpo libero, sbarra orizzontale, parallele asimmetriche, anelli e cavallo da volteggio con due buche paracadute profonde quasi due metri; e la sala piccola da 125 metri quadrati che verrà attrezzata con parallele maschili, trave e cavallo ad anelli. Il costo complessivo di 1,3 milioni di euro, di cui 500 mila finanziati dalla Regione Veneto.

Mancano ancora gli spogliatoi, che verranno realizzati ex novo sul lato di via Goldoni con accesso dalla palestra dove ora si trova un’uscita di emergenza. Lo stanziamento di 300 mila euro è già stato incluso dall’amministrazione nel bilancio di previsione 2012. Nel frattempo gli atleti utilizzeranno gli spogliatoi del palasport raggiungendoli attraverso una scala temporanea interna. E mancano gli attrezzi che, per un campo gara completo, costano circa 75 mila euro: ma amministrazione, federazione e società sportive, nonostante i tempi di ristrettezze economiche, sono comunque fiduciose di trovare un accordo per dividersi la spesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ginnastica artistica: il sogno può ripartire, in attesa degli attrezzi

VicenzaToday è in caricamento