LR Vicenza - Triestina: un'opportunità o un peso?

L'analisi di Alberto Belloni su una partita di cui "si sarebbe fatto volentieri a meno"

Un mercoledì di Coppa, di cui qui a Vicenza avremmo fatto volentieri a meno, visti gli acciacchi di molti elementi della rosa.

Ma tant’è, la Triestina è avversario storico (la prima partita fu disputata addirittura nel 1924/1925 al Campo di San Felice con vittoria del Lane per 4-1) nonché una delle favorite di questo campionato, per cui l’assaggio coi rossoalabardati risulta interessante in vista del confronto vero che si terrà a Trieste il prossimo 18 novembre. Colella ha detto in conferenza stampa di voler comunque onorare una manifestazione ufficiale ma è chiaro che, pur non giocando a perdere, si preoccuperà di tutelare i giocatori meno in forma. Nemmeno convocati Mantovani, De Falco, Bizzotto e Gashi, nonché lo squalificato Pasini.

La conferenza stampa di Colella

La difesa sarà dunque affidata nella parte centrale a Bonetto e a un adattato Solerio, con sui fianchi Stevanin e Andreoni (o Bianchi). A centrocampo altri problemi: né Salvi, né Nicolò Bianchi sarebbero in perfette condizioni per giocare, ma l’assenza di De Falco costringerà il mister ad impiegare almeno uno dei due, probabilmente il secondo. Giocherà Arma, che in campionato dovrà poi scontare i due turni di squalifica, con alle spalle il trio Giacomelli, Curcio e Laurenti, anche se il tecnico monitorerà fino a domani lo stato di forma di Rover, che potrebbe essere la new entry più interessante della serata.

La Triestina

Quanto ai giuliani, reduci dal sofferto pareggio casalingo contro la Ternana, dovrà anch’essa fare i conti con il turn over. Si potrebbe pensare ad un derby triveneto in tono minore, ma la tradizionale rivalità tra le due tifoserie lascia pensare che non sarà un confronto da scapoli ammogliati e giustificherà il biglietto al Menti per gli appassionati che vorranno assistere all’incontro in orario tutto sommato piuttosto scomodo, le 19.30.

Il campionato

La testa sarà già, comunque, alla prossima partita, quella al Menti domenica prossima contro la Virtus Vecomp Verona, avversario non irresistibile ma che Colella dovrà affrontare reinventandosi l’attacco. La scelta può essere duplice: lasciare intatto il modulo di gioco, magari spostando Curcio a prima punta. Oppure modificarlo un poco, con l’utilizzo di Maistrello che per caratteristiche è molto diverso da Arma. Personalmente ritengo che l’allenatore preferirà dare una chance vera a quest’ultimo, facendolo partire dal primo minuto. Ma, intanto, avanti con questo turno di Coppa, che, se superato, porterebbe poi i biancorossi ad un nuovo confronto con i ramarri di Pordenone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • L'Emisfero apre i battenti alle Cattane, Cestaro: «Il nostro primo pensiero è stato ai dipendenti»

  • Qualità della vita, Vicenza agguanta il podio: terza città a livello nazionale, prima del Veneto

  • Piogge e qualche fiocco di neve: welcome december

  • Coronavirus: cos'è il saturimetro e perchè potrebbe salvarti la vita

Torna su
VicenzaToday è in caricamento