menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Samuele Longo

Samuele Longo

Lr Vicenza - Entella: sprofondo biancorosso

Tra i protagonisti in campo, in casa Lane si salva solo Grandi, il quale in un paio di occasioni ha evitato un punteggio più pesante. Per il resto solo bocciature e molte perplessità. Le pagelle di Alberto Belloni

Partiamo dalle dichiarazioni di Di Carlo nel dopopartita: “Gara di spessore ma il risultato ci penalizza. Se l’atteggiamento è questo arriveranno le vittorie perché oggi la meritavamo noi. Tutti hanno dato il 100% e si sono espressi bene. Il gioco mi è piaciuto tantissimo e abbiamo dominato per gran parte della gara. Sotto l’aspetto del gioco e dell’atteggiamento sono tranquillo.” Credo che non servano commenti. La cosa veramente preoccupante è che in società nessuno si renda conto del momento difficile, nemmeno dopo la sconfitta contro l’ultima in classifica. Persino il patron Rosso (di solito lucido nel valutare la squadra) plaude alla prestazione dei suoi. Tra i protagonisti in campo, del Vicenza si salva solo Grandi, il quale in un paio di occasioni ha evitato un punteggio più pesante. Per il resto solo bocciature e molte perplessità sullo schieramento iniziale deciso dal mister. Brutta tegola l’infortunio di Meggiorini.

LE PAGELLE

GRANDI 6+: buona parata sulla staffilata quasi a colpo sicuro dell’ex De Luca, ma anche qualche altro intervento convincente. E’ l’unico biancorosso a salvare la faccia, anche perché nulla può sullo 0-1.

BERUATTO 5,5: solito difetto. Si fa ammonire dopo neanche un quarto d’ora e gli tocca continuare col freno a mano tirato. Solo all’82’ torna agli onori della cronaca con un tiro da lontano piuttosto telefonato. Un rientro sottotono, senza le sue proverbiali sgroppate.

BIZZOTTO 5: spesso in difficoltà in marcatura. Non è giusto attribuirgli responsabilità che non sono tutte sue, ma in occasione dello svantaggio lo si vede impalato a centro area col braccio alzato. Certe cose poteva farle solo Franco Baresi… E Nicola non lo è.

CAPPELLETTI 5/6: al 43’ si oppone bene di testa ad una conclusione del greco Koutsoupias. Cerca il gol al 46’ su corner ma la sfera gli va alta. Va più volte a cercar fortuna in area avversaria, ma non cava un ragno dal buco. E pure lui dormicchia sul gol.

ZONTA 5: in occasione del gol del Chiavari non è l’unico a ronfare, ma è di certo quello più vicino all’autore del gol. Anche oggi conferma che la fase difensiva lo mette in imbarazzo. E dovendo far la guardia dietro fa mancare alla squadra il contributo nelle ripartenze.

GIACOMELLI 5+: una buona punizione dritto per dritto all’8’ ma il portiere si allunga e devia in angolo. Poco altro da segnalare. Diciamo che poteva festeggiare molto meglio la sua 250° presenza con la maglia del Lane. Non riesce a mettere in difficoltà gli uomini di Vivarini, né a sinistra, né a destra (quando ci va)

DALMONTE 5+: una mezzoretta giocata in un Vicenza caotica e senza il sacro fuoco. Stavolta si adatta alla mediocrità e non inventa niente che possa far girare la partita. Peccato.

SCOPPA 5.5: becca un giallo di frustrazione a tempo quasi scaduto. Qualche buon lancio a cercare la profondità e poco altro. Col passare del tempo va anche in evidente debito di ossigeno.

CINELLI 5,5: in un centrocampo povero di idee e di geometrie, nemmeno la sua esperienza e generosità possono mutare il copione. Si sbatte per quel che può, ma la sua prestazione è stavolta insufficiente.

GUERRA 5,5: al 32’ l’unico lampo della gara: buono stacco di testa in anticipo e palla fuori di poco. Per il resto qualche tentativo velleitario, in un attacco che appare poco amalgamato e a corto di soluzioni. Non gli si può rimproverare la generosità, ma il calcio non è Telethon…

GORI 5/6: cerca il gran gol personale all’85’ con un missile parato da Russo. Sarà l’unico acuto della sua comparsata.

JALLOW 5,5: buona iniziativa alla mezzora e poi un bel tiro che non trova però lo specchio della porta. Si presenta davanti a Russo al 43’ ma non conclude. Per essere l’uomo mercato delle operazioni estive, resta una grande delusione, Con una qualche sensazione di impegno a tratti svagato.

MAROTTA 5+: si fa ammonire per un bisticcio con Koutsoupias. Stavolta non lascia il segno. Forse non si aspettava di essere relegato in panchina dopo il gol di Lecce.

MEGGIORINI: toccato duro da Paolucci all’avvio, al 20’ è costretto a dare forfait. Una grave perdita per un Vicenza già in difficoltà.

LONGO 4: nella ripresa cerca l’eurogol ma gli riesce solo una traiettoria in Curva Nord. Al 75’, incredibilmente, gli riesce invece una pregevole giocata: intervento al volo su cross di Marotta e pallone che esce di poco sul palo. In zona Cesarini trova il modo di farsi ammonire. In pieno recupero avrebbe l’occasione di far dimenticare le molte nefandezze: la palla che gli arriva sulla zucca quasi sulla linea di porta chiede solo di essere schiacciata nel sacco: lui la colpisce senza convinzione e giusto tra le braccia di Russo. Gol sbagliato che grida vendetta al cospetto dei sette cieli.

Mister DI CARLO (5 per quanto visto in campo, 4 per le dichiarazioni del dopo gara): la squadra è in netta difficoltà e lui cerca di reagire con un turn over robustissimo. Le risposte dal campo sono deludenti, visto che il materiale a disposizione è quel che è. Il risultato dà torto alle sue scelte, in alcuni casi in modo sanguinoso. Si sta barcamenando come può e io tenderei a non sparargli addosso, perché continuo a credere nel suo valore. Poi però leggo le parole in conferenza stampa e mi cadono le braccia. Che partita avrà mai visto il mister dalla panchina? Un esempio, uno solo: “6/7 occasioni da gol per i biancorossi” Tanti gol sfiorati mio taccuino non ne trovo. Il resto sono tiri imprecisi. Domani mi riguardo la partita per sicurezza…

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amici 2021, ecco i nomi dei finalisti: le anticipazioni

Ristrutturare

Tutte le informazioni sul Superbonus 110% infissi e finestre

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento