Vicenza non bello ma continuo

La trasferta di Fermo ha regalato qualche perplessità eppure la marcia trionfale non si ferma

Diciamo la verità, un po' di strizza ce l'avevamo per questa ripresa del campionato berico dopo la pausa vacanziera. E' andata bene, per fortuna.  Anzi, benone. La testa della classifica è salva, il vantaggio sul Carpi rimane inalterato (nonostante gli emiliani giocassero in casa e noi in trasferta) e anzi si è creato un vuoto tra le prime tre (non dimentichiamo la Regia, infatti) e il resto della truppa. Un vuoto che se non è una voragine è certo un bel buco da colmare. Teniamoci dunque ben stretto il pari del Recchioni, anche se sul piano del gioco c'è poco da festeggiare.

Il Lane supera l'ostacolo senza troppa gloria, visto che è stata la Fermana in almeno tre occasioni (due nel primo tempo e una nella ripresa) ad andare più vicina al bottino pieno. C'è stato probabilmente un rigore non fischiato a favore del Vicenza, episodio che va però raccontato con un certo pudore visto che, nell'economia generale della gara, c'è stato molto gialloblù e poco, pochissimo biancorosso. Neanche uno straccio di tiro nello specchio della porta, a voler essere brutali. Ma quest'anno, oltre al lavoro straordinario di Mimmo Di Carlo, c'è anche il sorriso della Dea Bendata a dare una mano ai ragazzi di RR. Non sentiamoci in colpa. Era da molto tempo che il fattore C non entrava nel DNA della squadra, così come le sciaguratezze dei direttori di gara, che quest'anno (almeno sin qui) non hanno inciso troppo sui risultati.

Un Vicenza magari meno bello che in altre occasioni (vedasi alla pagina Vandeputte e Marotta) ma tosto abbastanza da non mollare l'osso. Dispiace forse per i troppi cartellini gialli, uno dei quali, quello sventolato in faccia all'Artigliere, priva la formazione del suo bomber principe proprio nell'imminente partita tra prima e seconda della classe nella cornice di uno stadio Menti probabilmente da record di affluenze. E' presto per interpretare le intenzioni del mister sulla prima linea, ma mi sento di sbilanciarmi su una coppia Arma/Guerra, visto che quella Arma/Saraniti è una specie di doppione e quella Saraniti/Guerra poco rodata. A meno che, naturalmente, le prossime ore non riservino clamorose sorprese dal mercato. L'arrivo di Ardegol, tanto per non girarci attorno.

Anche in questo caso, a costo di far brutta figura, mi lancio in una previsione. L'ex Cittadella finirà per non vestire la maglia con la R. Dicono che sarà decisiva la volontà del giocatore. Penso invece che davvero decisiva sarà quella di Mimmo Di Carlo. Il quale, magari, ha un altro nome in testa e sta segretamente sguinzagliando il Maga sulle tracce di un giocatore più giovane e di prospettiva. Vedremo... Intanto anche la società di Riolfo non lascia nulla di intentato per colmare il gap: dal Siena ha appena ingaggiato il difensore slovacco ventitreenne Atila Varga e si sta guardando attorno per altri colpi, così da rendere ancora più competitivo un organico già valido.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

C'è aria di partita al calor bianco per domenica, ragazzi. Se vi serve il biglietto, datevi da fare. O vi toccherà vedervela al bar.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto finisce capovolta nel torrente: muore conducente, ferita la passeggera

  • Rientrano dalle ferie in Crozia: cinque ragazzi positivi al Coronavirus

  • Allagamenti e frane, il Vicentino flagellato dal maltempo: alluvione a Solagna

  • Tragedia in strada Lobia, il mondo del calcio piange il suo portierone: "Ciao Pilo"

  • Coronavirus, boom di contagi: effetto focolaio di Casier

  • Coronavirus, tre nuovi casi a Vicenza: aumentano gli isolati su tutta la regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento