Sport

Lane sconfitto ma con onore: le pagelle

In casa di una big i biancorossi escono battuti ma non ridimensionati

A Lecce primo tempo di marca berica, con il Vicenza che chiude giustamente in vantaggio. Nella ripresa i salentini hanno più gamba, mettono sotto gli ospiti, chiudendo in vantaggio grazie a due gol in 3 minuti.

GRANDI 6+

salva alla grande sulla zuccata di Lucioni al 13’’. Ottima parata al 65’ su Stepinski, intervento che evita il pareggio. Nulla da fare sui due centri dei locali.

BARLOCCO 5/6

al 65’ si fa superare dal diretto avversario e il Lane rischia di capitolare. Forse qualche responsabilità anche sul primo gol giallorosso. Molta corsa e buona volontà ma mai decisivo.

PADELLA 5,5

il secondo gol dei padroni di casa viene da una sua leggerezza, che permette a Rodriguez la comoda girata. E così la difesa becca ancora gol (dopo Entella, Ascoli, Pescara e Pisa, la peggior retroguardia della Cadetteria). Non ci siamo

PASINI 6

non riesce ad ostacolare l’incursione di Mancosu che porta l’’1-1. Per il resto una partita onesta contro un attacco super. Mica male per un rincalzo.

CAPPELLETTI 6

buona anche la sua prestazione. Finchè la squadra ha gamba dalla sua parte non si passa. Poi fa quel che può per arginare le folate pugliesi.

DALMONTE 5/6

al 59’ trova la giocata giusta sulla fascia e confezione un assist d’oro per i compagni appostati al centro dell’area. Per il resto si danna l’anima ma non è il solito folletto imprendibile. E anche al tiro lascia a desiderare.

RIGONI 6

rischia autogol al 7’. Al 40 si frappone bene su un tiro a colpo sicuro del bomber Coda. Per un’ora tiene saldo il centrocampo berico, poi gli si accende la spia della benzina e inizia a sparire dal vivo del gioco

DA RIVA 6/7

decisamente buona la prova dell’ex atalantino. Nonostante la giovane età sta crescendo in consapevolezza e autorità. Marca, chiude spazi, imposta ed è uno dei pochi a non spegnere la luce per la fatica.

ZONTA 6,5

traversone decisivo sul gol del vantaggio del Lane. Al 59’ gli arriva sui piedi il pallone del 2-0: forse ostacolato da Marotta perde il tempo giusto e si fa ribattere il successivo tiro. La mossa di Mimmo di affidargli la corsia è pagante.

MAROTTA 6+

al 15’ va con convinzione sul cross dalla destra e uncina un pallone non facile, mettendolo alle spalle di Gabriel. Al 59’ non riesce ad arrivare sul passaggio al bacio di Dalmonte. Un primo tempo da promozione, poi paga la condizione precaria.

MEGGIORINI 6

finchè resta in campo è un punto di riferimento insostituibile, capace di accendere la luce ad ogni giocata. Poi gli anni si sentono implacabilmente e deve accomodarsi.

GIACOMELLI n.g.

con neanche 10 minuti a disposizione fa ciò che può. Praticamente nulla…

JALLOW 5,5

invocato da molti come il salvatore della patria, in quasi mezz’ora non produce nulla. Pare persino svogliato e abulico. La proverbiale velocità non la mostra e nell’1 contro 1 esce sempre battuto.

SCOPPA n.g

il tempo a disposizione per farsi vedere è poco. Nel taccuino non resta nulla.

GUERRA 6

all’88’ va in gol con una bella deviazione, ma purtroppo la sua posizione è irregolare. Di poco ma l’offside c’è… Bravo comunque per essere andato con decisione sulla palla giusta.

Mister DI CARLO 6+

stavolta non gli si può rimproverare nulla né per come ha schierato i suoi, né per le scelte successive. Il suo Lane per un’ora merita il vantaggio e ha il carattere di cercare il pareggio fino in fondo, anche quando le energie non ci sono più. Allo stadio Del Mare la squadra lascia i tre punti ma non l’onore. Avesse avuto lo stesso atteggiamento con Cittadella, Ascoli e Reggina le cose sarebbero andate diversamente e i gufi sarebbero stati zitti. Gli stessi gufi che oggi rendono onore alla prestazione di Lecce. Aspettando Mimmo e i suoi alla controprova di mercoledì con l’Entella.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lane sconfitto ma con onore: le pagelle

VicenzaToday è in caricamento