rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Sport

La corsa del Vicenza per la B e per la Storia: le ultime sei partite

La cura Lerda sembra aver funzionato: i biancorossi hanno collezionato 10 punti nelle ultime 4 partite ma "non abbiamo ancora fatto nulla". A partire dall'Arechi, ecco il calendario di chi lotta per la salvezza

Sei giornate, 540’ da giocare e tutto è ancora in ballo. Il presente ed il futuro (soprattutto societario) del Vicenza, dipenderanno esclusivamente dai risultati che si otterranno nelle ultime partite di campionato. Conquistare la permanenza nel campionato cadetto, significherebbe aggiudicarsi la possibilità di sopravvivere. Non dipenderà solo dalla squadra di Lerda ma anche dai risultati che le altre dieci concorrenti per la salvezza, otterranno parallelamente.

Rinvigorito dalla cura Lerda, il Lane ha conquistato nelle ultime cinque gare 10 punti, grazie a a 3 vittorie, 1 pareggio ed 1 sconfitta, segnando 7 reti e subendone 5. Al momento, i biancorossi si ritrovano al 15 esimo posto con 41 e nelle ultime sei giornate di campionato potranno purtroppo contare solo due scontri diretti: quello con la Salernitana alla 37 esima e quello con il Latina alla 41 esima giornata. Tra la sfida con i granata e quella con i neroblù, i berici affronteranno rispettivamente, Spezia e Virtus Entella in casa e Brescia al ‘Rigamonti’. Tenendo conto che, il Brescia di Boscaglia ha dimostrato di esser molto incostante nei risultati, sia in casa che in trasferta, e che nell’ultima giornata di campionato si incontrerà Latina 2-2-2il Perugia di Bisoli che ha già raggiunto la salvezza, le possibilità della squadra di Lerda di conquistare la permanenza in Serie B sono molto alte.

Non si può dire lo stesso del Latina di Gautieri che, nelle ultime sei partite ha conquistato soltanto 6 punti (1 vittoria e 3 pareggi), segnando 9 reti e subendone 10. Così come per il Vicenza, anche per il Latina il calendario prevede due soli scontri salvezza nelle ultime sei gare di campionato. La prima è, alla trentasettesima giornata, in casa del Livorno mentre la seconda è alla penultima di campionato al ‘Menti’. Nel mezzo, ci sono gli incontri interni con Virtus Entella e Spezia e l’ardua trasferta di Crotone. Nell’ultima giornata di campionato, i neroblù dovranno affrontare la difficile trasferta di Pescara. A dispetto però del Lane, i pontini hanno dimostrato, nelle ultime cinque gare, di non possedere ancora un’identità di gioco ben precisa e di esser ancora molto fragili in difesa. Non sarà quindi semplice per Gautieri raggiungere l’obiettivo stagionale.

Così come per il Latina, anche per Como, Livorno e Modena servirà un’impresa per raggiungere la salvezza. Per quanto riguarda i lombardi, nonostante il cambio di panchina, i risultati sperati non sono arrivati ed ora, le speranze di rimanere in Serie B sono ridotte al lumicino. Nonostante il Como abbia ancora quattro scontri diretti da giocare contro Ascoli, Avellino, Spezia e Salernitana, le partite con Cagliari (37°) e Crotone (38°) potrebbero farle perdere del tutto le speranze di salvezza.  Ancora più difficile è la situazione del Modena di Bergodi che, nelle prossime sei giornate di campionato, avrà a disposizione un solo scontro diretto, ovvero quello in casa della Salernitana alla 40 esima giornata. Prima e dopo tale scontro salvezza, la squadra emiliana dovrà affrontare rispettivamente Perugia, Bari, Crotone, Pescara e Novara. Considerato che, tre di queste cinque difficili si giocheranno lontani dal ‘Braglia’, le possibilità di salvarsi sono minime.

Serie B salvezza-6

Nelle ultime sei giornate di campionato, gli occhi potrebbero rimaner puntati sul Livorno di Gailan, nuovo tecnico dei granata subentrato all’esonerato Colomba. Per i toscani, al momento penultimi con 33 punti, vincere gli scontri salvezza con Latina (37°), Salernitana (38°), Ascoli (41°) e Lanciano (42°), potrebbe esser l’unica soluzione per conquistare almeno i play-out. Considerando anche che, alla 40 esima giornata giocherà contro un Perugia ormai salvo, le possibilità di raggiungere l’obiettivo stagionale non sono poche, ma a patto che la squadra ritorni ad essere solida in difesa come lo è stato ad inizio stagione con Panucci.  

Solidità difensiva che dovrà ritrovare per forza anche l’Avellino di Marcolin che, nelle ultime cinque gare ha conquistato solo 1 punto. Almeno sulla carta, il calendario dei bianco verdi sembra esser favorevole: una volta affrontata la difficile trasferta di Trapani nella 37 esima giornata, l’Avellino potrà concentrarsi sulle gare con Pro Vercelli (38°), Lanciano (39°) e Como (40°) in modo tale da poter affrontare, a salvezza conquistata, le difficili sfide con Virtus Entella (41°) e Cesena (42°).

Così come l’Avellino, anche Ascoli e Lanciano hanno, nelle ultime sei giornate di campionato, tre scontri salvezza. Per quanto concerne la squadra di Mangia, le sfide con Ternana (38°), Salernitana (39°) e Livorno (41°), potrebbero bastare per conquistare i punti necessari per la salvezza e per poter affrontare con tranquillità le difficili partite con Bari (37°), Novara (40°) e Spezia (42°). Con più insidie è invece il cammino del Lanciano. A tener banco fino a fine campionato, infatti, non saranno soltanto i tre scontri diretti con Avellino (39°), Ternana (41°) e Livorno (42°), ma anche la penalizzazione che i FIGC potrebbe decidere di infliggere alla società rossonera. Penalizzazione che potrebbe non compromettere il discorso salvezza della squadra di Maragliulo nel caso in cui contro Novara (37°), Cagliari (38°) e Pescara (40°), si riuscisse a conquistare qualcheSalernitana-6 punto.

I tre pareggi consecutivi ottenuti nelle ultime tre gare di campionato, ha reso più complicato il piano salvezza della Pro Vercelli che, nelle ultime sei gare di campionato, potrà contare solamente su due scontri salvezza (Ternana alla 37 esima ed Avellino alla 38 esima giornata). Potrebbe giocare a favore della squadra di Foscarini la possibilità di incontrare, alla 42 esima giornata di campionato, il Perugia di Bisoli. Sarà invece quasi impossibile ottenere un risultato positivo contro Cesena (39°), Trapani (40°) e Cagliari (42°).

La strada per la permanenza in Serie B, sembrerebbe, almeno sulla carta, esser più agevole per Ternana e Salernitana. Dalle 37 esima alla 42 esima giornata, la squadra di Breda avrà quattro scontri diretti: la Pro Vercelli alla 37 esima, l’Ascoli alla 38 esima, il Como alla 39 esima ed il Lanciano alla 41 esima. Le altre due gare invece, gli umbri le disputeranno contro Cesena e Brescia, entrambe al ‘Liberati’.  Il cammino dei granata dovrebbe esser, almeno sulla carta, ancora più semplice visto che, su sei gare cinque sono scontri salvezza. Infatti, la Salernitana di Menichini, affronterà rispettivamente: Vicenza, Livorno, Ascoli, Modena e Como. L’unica partita difficile è quella della 41 esima giornata col Cagliari al ‘Sant’Elia’. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La corsa del Vicenza per la B e per la Storia: le ultime sei partite

VicenzaToday è in caricamento