menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lr Vicenza: e ora torna la legge del Menti

Opposto ai cugini del Citta, il Lane è chiamato a sbancare il Tombolato

Passato il dispiacere più cocente per la morte di Paolo Rossi, divenuto ormai il nume tutelare della vicentinità calcistica, è ora di ricalarci un po’ mestamente nell’attualità del Lane, impegnato oggi col Cittadella. La domanda di fondo può essere: cosa abbiamo portato via di buono sabato dall’Adriatico? I tre punti, ovviamente. Ma non solo. In una giornata nella quale il Vicenza non ha certo brillato, disputando una gara esteticamente mediocre e fitta di errori, la squadra ha dimostrato di saper restare a galla nonostante i colpi del destino. Ancora orfano di molti titolari, il Vicenza ha saputo serrare le fila, continuando con una vittoria il filotto iniziato a Cremona e proseguito ad Empoli e a Monza.

Aggiungiamoci pure la soddisfazione personale ottenuta da Magallini grazie all’ottima prestazione di un Jallow, il quale era stato giudicato un po’ da tutti (me compreso) una specie di oggetto misterioso in dubbie condizioni fisiche. Se il gambiano è quello visto a Pescara, si tratta di una bella scommessa vinta dal DS. Ma va compresa comunque la perplessità iniziale dei tifosi, scottati più volte in passato dagli acquisti di giocatori rotti, da Ebagua a Pozzi (solo per citare i più noti). Oggi i biancorossi incontrano una formazione di ottimo livello, in possesso di una struttura organizzativa di primordine e di uno scouting invidiabile, che negli ultimi anni ha saputo ritagliarsi un posto fisso nella Cadetteria.

Tra le sue fila spicca Proia centrocampista offensivo (ex Bassano e Pistoiese) che fa da chioccia ad una squadra giovane che Venturato mette in campo col consolidato 4/3/1/2. Il capocannoniere è il centrocampista Mario Gargiulo, andato in gol sin qui 5 volte e che si prospetta come l’ultima scoperta del Mago Marchetti. In casa Lane, c’è la possibilità di recuperare Barlocco e Bruscagin, sicchè la conta degli assenti dovrebbe tornare a 8 (Gori e Dalmonte squalificati). Quanto alla probabile formazione, pare probabile il ritorno di Grandi tra i pali, dietro ad una difesa a 4 composta da Bruscagin, Cappelletti, Padella e Barlocco. Il poker di centrocampo prevede Giacomelli, Da Riva, Cinelli e Rigoni mentre la linea d’attacco potrebbe essere con Marotta e Meggiorini. Arbitro del match il signor Santoro di Messina. Inizio alle ore 21.00

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento