Lane work in progress e trittico di vero calcio

Il punto di Alberto Belloni sul mercato alla vigilia delle prossime amichevoli

Alla vigilia del trittico di amichevoli che di fatto sancirà la ripresa della stagione calcistica di casa nostra, prende sempre più forma il Lr Vicenza.2. Versione work in progress della squadra con cui Di Carlo ha realizzato il salto di categoria. Nuovi, per intanto, i terzini che affiancheranno i due confermati dall’anno passato, mentre si sta decidendo per l’arrivo del portiere. Ancora in piedi la suggestione di Marchetti tra i pali, i bookmakers sono più propensi a tenere alte le quotazioni di Enrico Alfonso. Per tre buoni motivi. Primo: è più giovane del rivale (32 anni contro i 37 dell’ex azzurro).

Secondo: conosce già l’ambiente (ha militato in biancorosso nel 2013/14, alternandosi a Ravaglia). Terzo e non ultimo: è più a buon mercato. Resterebbe da piazzare, secondo quanto anticipato nelle sue dichiarazioni dal mister, solamente il tassello del top player d’attacco, per il quale tuttavia Magalini ha ancora a disposizione circa un mese di mercato. La difesa potrebbe forse restare com’è, con la coppia supercollaudata Padella/Cappelletti e il duo Bizzotto/Pasini pronto alla bisogna. Da tenere presente, comunque, che come centrali in caso di emergenza il mister avrebbe anche le opzioni Bruscagin/Ierardi (entrambi in carriera con esperienze come stopper).

C’è nel frattempo una voce di mercato riguardante la giovane promessa, Devid Bouah, terzino destro ivoriano di scuola romanista (pure lui, come il già citato nei giorni scorsi Mohammed Alhamday, iracheno con passaporto tedesco, un possibile investimento per il futuro). Coi suoi 19 anni, il capitolino potrebbe essere un’alternativa precoce a Jari Vandeputte nel caso il belga dovesse dare forfait o venire impiegato come trequartista. Anche perchè lo stesso Mario Ierardi (toh,ancora lui!) ha caratteristiche da jolly: è un esterno basso ma può fare  l’esterno alto di destra e con il suo fisico possente anche il difensore puro.

A centrocampo, Mimmo ha forse deciso che la maglia del Pirlo berico debba restare in questa stagione sulle spalle di Scoppa, concedendo così all’argentino la chance di dimostrare certe qualità apparse solo a tratti nel campionato scorso. Mentre la casella del centrocampista basso sarebbe forse destinata ad essere riempita con un nuovo acquisto, quel Marco Carraro, attualmente libero dal disastrato Perugia e con cartellino Atalanta/Inter. Veneziano di nascita, l’elemento è una mezzala con ottima predisposizione a coprire davanti alla difesa. Nonostante il fisico da corazziere sa farsi valere sia negli appoggi corti che nei lanci in profondità. Un interditore dai piedi buoni, insomma…

 Tornando in chiusura alla prima linea, i profili apparsi sui siti specializzati sono molto diversi tra loro. Si tratta di scegliere l’uomo giusto da inserire nel poker già a disposizione (Marotta, Meggiorini, Guerra e il golden boy Tommy Mancini). I più chiacchierati in settimana sono il quotatissimo Falcinelli, in fuga dall’Armata Brancaleone umbra, il solito Niccolò Giannetti, più alcuni nomi nuovi. Che sembrano essere il 22enne Dalmonte, un brevilineo tutto pepe proveniente dal Trapani ma con cartellino Genoa, il cagliaritano Luca Gagliano, con esperienze di serie A nonostante la sua giovane età, più strutturato fisicamente, senza dimenticare la pista slava legata al nome di Dario Vizinger. Ma attenzione: l’ex Perugia, di proprietà del Bologna ha un ingaggio piuttosto alto, Giannetti quest’anno ha segnato solo due gol, Dalmonte piace anche alla Salernitana e per Gagliano si prospetta una riconferma da parte di Di Francesco. Quanto al baby croato, di cui in realtà non si hanno informazioni approfondite, pare esserci un interesse del Genoa, che potrebbe però fargli fare esperienza nella Cadetteria. Questo è quanto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il resto ce lo dirà, finalmente il campo. Che non sarà un tempio del fubol ma semplicemente il Comunale di Caldogno. La fame di Lane, in tempo di Covid, è però così tanta che sembrerà a tutti di trovarsi al Maracanà, orfano di Fluminense e Flamengo ma con protagonisti i Leoni del Garda. Anzi, i “Leoes do Garda”. Il calcio, come dice lo scrittore porteno Osvaldo Soriano, ha strade misteriose che la ragione non conosce. Ma il cuore si…

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fuga dopo la rapina, l'auto si schianta: muore una donna

  • Uomini e donne, un vicentino alla corte di Gemma: tra baci "umidi" e "massaggi"

  • Stanno cambiando le frequenze televisive: scopri se la tua TV è da rottamare

  • Schianto nella notte, l'auto si cappotta più volte: muore un 21enne

  • Alto Vicentino nella morsa del maltempo: grandine e raffiche di vento

  • Amministrative 2020, Malo sceglie Marsetti: è lui il nuovo sindaco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento