Emergenza Covid: al via #iocisto, all'asta le maglie Garbuio e Battistella

Ha già superato quota 16mila euro l'iniziativa di crowdfunding avviata da Fc Bassano 1903 per dare un aiuto alle persone in difficoltà a causa dello stop forzato imposto dalla pandemia

In molti hanno accolto l’appello del presidente del Fc Bassano 1903, Fabio Campagnolo, che ha chiesto ai bassanesi, tifosi giallorossi e non, «di contribuire a questo iniziativa e di renderla più contagiosa di questo virus per avere la forza di uscirne al meglio tutti assieme».

Tifosi, soci, cittadini comuni hanno già dato il loro contributo e lo stesso hanno deciso di fare anche staff e giocatori. Due di loro, il capitano Mattia Battistella e il bomber Nicolò Garbuio hanno deciso di contribuire anche in altro modo mettendo in palio le maglie indossate lo scorso anno in occasione della prima vittoria in campionato del neonato Fc Bassano 1903. Il prossimo lunedì 13 aprile, giorno di Pasquetta le due maglie ufficiali saranno messe all’asta (base di partenza 25 euro l’una).  Per partecipare basterà andare sul profilo Facebook di Fc Bassano 1903 e nel post dedicato all’asta scrivere un commento rilanciando la propria offerta, indicando la cifra che si intende donare e il nome del giocatore di cui si vuole aggiudicarsi la maglia. L’asta prenderà il via alle 12 e terminerà alle 20 ora in cui verrà comunicato definitivamente il nome del vincitore di ciascuna maglia. 

Tutto il ricavato dell’asta, lanciata con un videomessaggio sul web andrà alla raccolta fondi #iocisto a cui è possibile contribuire con bonifico sul conto corrente bancario (IT 16 Q034 4060 1600 0000 0282 500 intestato ad Associazione di volontariato “La Casa sull’Albero” - causale “iocisto”).

Tutti i contributi versati sul conto corrente intestato a “La casa sull’albero" verranno poi suddivisi  fra 10 associazioni di volontariato del bassanese (La Casa sull’Albero – famiglie e minorenni in situazione di difficoltà, A.M.A.d. – persone e famiglie che convivono con l’Alzheimer e altre forme di demenza, ANFFAS Bassano – famiglie di persone con disabilità intellettiva, Casa a Colori – famiglie migranti e persone in stato di estrema povertà, Comitato 180 – famiglie e persone con disagio mentale, Conca d’Oro – persone e famiglie con disabilità, Questacittà Spazio Donna – donne maltrattate e/o in situazione di difficoltà, Oncologica San Bassiano – persone e famiglie con malattia oncologica, Spazio Alisei – famiglie migranti e famiglie in situazione di difficoltà, Gruppo Vulcano – minorenni e giovani), che in questi anni hanno operato nel  territorio, ognuno per il proprio “ultimo”.  

Sarà loro compito, poi, trasformarli in buoni spesa per l’acquisto di beni di prima necessità da consegnare a persone e famiglie che questa emergenza potrebbe mettere in momentaneo stato di difficoltà.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dove gustare il miglior gelato: le top gelaterie di Vicenza e provincia

  • Al Palladio aprirà un cinema: il video della nuova sala super lusso

  • Anziano pestato in periferia, l'ira di Presidio Vicenza

  • Alunna positiva al Covid-19, scatta il protocollo: classe in quarantena

  • Vasto incendio alla ditta di stoccaggio rifiuti: è il secondo in pochi mesi / VD

  • «Minorenne drogata e stuprata»: il pm chiede quarant'anni per due uomini e una donna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento