rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Sport Caldogno

Colella di nuovo al timone: l'intervista

La rabbia dei tifosi presenti e le parole di Bedin e di Colella

Si riparte con mister Colella, ma oggi a Caldogno gli animi non erano certo distesi. I pochi tifosi presenti, appollaiati sull’argine guardavano torvi l’allenamento (a porte chiuse, almeno fino a mercoledì) dopo la sconfitta in quel di Montorio Veronese. Passa una comitiva di cicloamatori e parte un grido verso i giocatori: “Fenomeni!”. Arriva subito dopo un manipolo di sostenitori appena respinto ai cancelli:

“I fuoriclasse non ne fa entrare… I ga paura che ghe disemo qualcosa!”.

Nelle discussioni durante l’allenamento la rabbia è tanta. In campo il nuovo allenatore ha diviso i suoi in due gruppi. Chi ha giocato ieri sera svolge una breve seduta defaticante, mentre gli altri fanno un po’ di torello e poi una minipartita a ranghi ridotti, con il tecnico a centrocampo che dirige i lavori. A parte solo Martin, infortunato e Grandi alle prese con esercizio ginnici. Recuperati, invece, i vari Gashi, Pontisso e Bianchi

All’uscita dal terreno di gioco c’è tempo per una domanda al direttore generale Bedin.

Che clima si è respirato oggi?

“Stiamo vivendo una giusta incazzatura e una grande delusione dopo aver fatto brutta figura contro la squadra di Borgo Venezia, con tutto il rispetto per i rossoblù. Da biancorosso nel cuore, capisco benissimo lo stato d’animo dei tifosi. Ora dobbiamo assolutamente dare un senso a quest’ultima parte di campionato. A partire da mercoledì…”

Arriva poi il nuovo allenatore, al quale chiediamo al volo:

 Dopo la prima giornata di rientro sulla panchina, che messaggio vuol dare ai sostenitori biancorossi?

“Il messaggio è semplice: basta chiacchiere. Se ne sono fatte anche troppe. Ora bisogna solo correre, correre e correre. Non ho altro da dire.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colella di nuovo al timone: l'intervista

VicenzaToday è in caricamento