rotate-mobile
Sport

Calciomercato Vicenza, il totoallenatore: Gautieri, Mangia o Asta

Dopo l'addio di Pasquale Marino, che ha scelto il Catania, in via Schio si pensa al successore. Piaceva Tesser ma è arrivato prima l'Avellino. Le schede dei tre papabili

Non c'è tempo per i cuori spezzati nella vita, figuriamoci nel mondo del calcio. "Morto un Marino se ne fa un altro" e in via Schio è in programma la consueta rappresentazione del totoallenatore. 

LA STAGIONE DI MARINO A VICENZA

Piaceva molto Attilio Tesser, ma l'Avellino è arrivato prima. Gli altri nomi che circolano ormai da giorni sono quelli di Carmine Gautieri, l'immancabile Devis Mangia e la new entry Antonino Asta, che, con il suo Bassano, si è imposto all'attenzione degli addetti ai lavori. 

Carmine Gautieri: Esonerato dal Livorno nel gennaio scorso, ha una carriera da allenatore relativamente recente, sulla quale i riflettori si accendono quando conquista la serie B con il Lanciano. Dopo essere riuscito a mantenere la categoria, sceglie la piazza barese ma prima che inizi il campionato si dimette per problemi famigliari. Seguono due stagioni, che si concludono entrambe con l'esonero, a Varese e a Livorno. Applica un 4-3-3 di scuola Zeman, che, da giocatore, lo volle alla Roma.

?Devis Mangia: Il suo nome ricorre ormai da qualche anno nella lista dei dirigenti berici, ma non se ne è mai fatto nulla. Allenatore "puro", non è mai stato calciatore, è noto per essere un sacchiano ortodosso, con un 4-4-2 fatto di possesso palla, fraseggio corto e dinamicità. Si fa notare nel 2011, quando passa dalla Primavera del Palermo alla prima squadra ma con Zamparini dura appena 4 mesi. L'anno dopo viene chiamato a Coverciano alla guida dell'Under 21, con la quale conquista la finale degli Europei. Dopo l'addio alla Nazionale,  due esoneri, a La Spezia e a Bari. 

Antonino Asta: E' sicuramente la carta più intrigante del tris. Cresciuto come allenatore nelle giovanili del Torino, dopo una discreta carriera da calciatore, si fa le ossa nel Monza, in seconda divisione. Con i lombardi conquista la finale play off il primo anno e la prima divisione al secondo. Quest anno Stefano Rosso lo chiama alla guida del Bassano, con il quale raggiunge la finale. Il ritorno si giocherà domenica, quindi, al momento, bocca cucita. Mister sanguigno e di carattere, potrebbe essere adatto a prendere il timone nelle non sempre placide acque del Menti. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calciomercato Vicenza, il totoallenatore: Gautieri, Mangia o Asta

VicenzaToday è in caricamento