Il L.R. Vicenza comincia a svelarsi: l'incontro con Seeber

Dalla conferenza stampa è emerso che l’impegno finanziario di Renzo Rosso in questa stimolante avventura sarà maggiore rispetto al passato, segnale che il salto di livello è stato percepito anche sul fronte degli investimenti

Per la prima volta Werner Seeber (assieme all’addetto stampa del nuovo LR Vicenza Virtus, Sara Vivian) si sono ritrovati a guardare negli occhi la stampa vicentina, la quale attendeva con molto interesse questo contatto diretto con l’ambiente berico. Per chi non lo conosceva prima (o l’aveva solo sfiorato come dirigente del Bassano) è stato un impatto confortante.

VIDEO La conferenza stampa

VIDEO L'intevista di Alberto Belloni

Di poche parole, ma quelle poche dritte al sodo. Cerchiamo assieme di riassumere alcuni spunti dalle sue dichiarazioni. Innanzitutto, una notizia che molti tifosi attendevano, e cioè che l’impegno finanziario di Renzo Rosso in questa stimolante avventura sarà maggiore rispetto al passato, segnale che il salto di livello è stato percepito anche sul fronte degli investimenti.

CALCIOMERCATO

Come è noto, la base della squadra 2018/2019 sarà costituita dal blocco giallorosso, con l’inserimento di due, massimo tre elementi già in maglia biancorossa: certamente Bianchi, probabilmente Giacomelli (se il fantasista deciderà in fretta di accettare la proposta ricevuta), forse De Giorgio (pure lui già contattato dalla dirigenza di via Schio).

I nuovi acquisti, pertanto, non saranno molti: il DG ha indicato come priorità un cervello di centrocampo e una prima punta da doppia cifra. Sarà una formazione con tanta linea verde (Seeber ha ricordato che l’ambizioso Bassano della scorsa stagione aveva stabilmente inserito nel giro squadra sette o otto ragazzi tra i 18 e i 20 anni) con l’aggiunta di quel pizzico di esperienza che è stato forse l’elemento mancante del gruppo di Colella nei momenti di difficoltà. E’ però sembrato di capire che, in linea generale, l’idea è dare subito in mano all’allenatore, già al momento di partire per il ritiro, un canovaccio di squadra che assomigli molto a quella definitiva.

SETTORE GIOVANILE

Si è poi parlato di settore giovanile, che Rosso & C. considerano strategico e che dovrà integrare in un unico progetto la realtà bassanese e quella vicentina. Una bella scommessa, visto il troppo tempo che si è perso, soprattutto in casa Lane.

ALLENAMENTI

Sul fronte strutture, dopo aver ribadito l’importanza dello stadio Menti, non solo come terreno di gioco ma anche come momento aggregante prima e dopo le gare, il DG ha affrontato anche la questione allenamenti. Senza chiudere definitivamente la porta ad un recupero in extremis del Centro Morosini, Seeber ha chiesto scusa ai tifosi berici per il disagio causato dalla scomodità dei campi, segnalando che sono allo studio soluzioni a lungo respiro. “Non aspettatevi rivoluzioni - ha detto. Faremo le cose che siamo abituati a fare, tenendo conto che per tutti noi Vicenza è una grande opportunità.”

CONTINUITAì E AMBIZIONE

Le parole usate per definire il new deal sono state: continuità nella storia, programmazione, credibilità, ambizione di competere con le prime. L’impressione finale è risultata un approccio nel segno della fiducia e della cautela. Ci sono molti problemi da risolvere (e non poteva che essere così in un contesto che esce da 20 anni di sciagure concluse nel fallimento) ma c’è anche la consapevolezza che ad affrontarli sarà chiamato uno staff collaudato che ha trovato in Paolo Bedin, neo direttore generale, una professionalità importante che aggiunge qualità. Non resta dunque che attendere le prossime mosse di mercato e l’avvio della preparazione, con il prologo del 13 luglio, quando sarà possibile assistere al primo allenamento al Menti e alla presentazione del mister, prima della partenza per Asiago.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pestano a sangue due guardie zoofile: «È stata una spedizione punitiva»

  • Franco Picco alla Dakar 2021: è leggenda

  • Franco Picco alla Dakar: la zampata finale del leone

  • Covid-19, Veneto in "zona rossa" per incidenza: salva la provincia di Vicenza

  • Riapre il bar per protesta, multa al titolare e a 17 clienti

  • Buoni fruttiferi riscossi parzialmente, un timbro errato le costa 79mila euro

Torna su
VicenzaToday è in caricamento