Mercato: Rossi gialloazzurro e Provedel in pole position

Chi va e chi viene, il punto di Alberto Belloni sui movimenti pre campionato del Lr Vicenza

Enrico Rossi in maglia Lr Vicenza

Mentre ferve l’attesa per vedere gli uomini di mister Di Carlo opporsi finalmente ad una pari categoria (anche se si tratta di un Monza per il quale, visti gli investimenti, molti prevedono un campionato a parte) tiene banco la discussione tra i tifosi sulla consistenza dell’organico biancorosso in vista della lunga battaglia in serie B. Due, soprattutto, i reparti sotto esame: il centrocampo e l’attacco.

Nel primo il Lane sarebbe già ben coperto, potendo contare su uomini di grande esperienza (come Rigoni o Cinelli) e giocatori più giovani ma in evidente crescita (su tutti Pontisso, ma anche Zonta e Zarpellon). Il contendere mediatico riguarda in realtà solo la casella del costruttore di gioco, ma su questo punto bisognerebbe entrare nella testa di Mimmo e capire se il ruolo del regista classico entra nella filosofia calcistica che il tecnico vuole adottare quest’anno, oppure se gli elementi già a disposizione gli consentono (stantibus rebus) di realizzare senza ulteriori innesti il gioco desiderato. Circa la punta, invece, la necessità di un qualche intervento appare forse più evidente.

Marotta ha fatto solo due brevi esperienze in serie B, entrambe col Bari: 18 partite e 3 gol nel 2011/2012 e 9 gare con 1 centro all’attivo nel 2013/2014. Un attaccante che si è affermato principalmente in Terza Serie, grazie soprattutto alle recenti annate a Siena, Catania e l’anno scorso col Lane. I suoi 143 gol in carriera parlano chiaro sulle sue capacità, ma è un fatto che calare sulle sue spalle la responsabilità della prima linea sarebbe azzardato. Inoltre deve trovare un accordo che al momento non c’è. E qui arriviamo a Meggiorini. Il quale non solo la B l’ha assaggiata bene col Citta, il Toro e il Chievo, ma ha anche nel suo Palmares ben 10 stagioni di massima serie. Ha sempre segnato, la punta di Isola della Scala, ma quasi mai in doppia cifra (fa eccezione la stagione col Cittadella, dodici anni fa, quando mise in fila ben 18 marcature). Di lì in poi il suo record sono stati i 8 successi personali dell’anno scorso con la maglia dei “mussi”.

Un uomo che vede la porta, dunque, ma mai in carriera un goleador a raffica. Resterebbe il giovane Gori, prelevato dalla Viola, che è piaciuto sin qui per caratteristiche fisiche e indole di movimento, ma ha 21 anni e pochissima esperienza in Cadetteria. Bastano questi uomini (rinforzati da esterni con una certa dimestichezza con gol (vedi alla voce Giacomelli, Vandeputte, Nalini, Dalmonte ecc.) oppure per star tranquilli deve proprio arrivare quel top player avanzato di cui tanto abbiamo blaterato in queste settimane? Sul fronte del mercato, detto della crescita delle azioni di Dionisi e Galabinov, c’è il nome di Manuel De Luca, 1998 di proprietà del Toro, seguito anche da Brescia, Chievo e Venezia. Si tratta di una vera prima punta, ventiduenne, che nell’ultimo biennio a fatto bene sia ad Alessandria (10 centri) che a Chiavari in B (3 gol in 19 presenze). Per far arrivare un rinforzo, tuttavia, sembra scontato che vada liberato un posto.

S’era fatto il nome di Guerra (che abbiamo tenuto appositamente a parte) ma guarda caso l’ex Salò è proprio il puntero che meglio ha fatto in precampionato. Se n’è accorto anche il Modena, club che ha sondato il terreno per portarsi a casa il biancorosso. Si allontana intanto il gambiano Jallow, ricomparso in questi giorni tra i desiderata di via Schio. Sul giocatore della Salernitana ci sarebbe infatti la Reggina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ancora un’annotazione, riguardante il portiere. Secondo la stampa specializzata sono alte le probabilità che tra i pali del Lane ci possa essere proprio Ivan Provedel, il quale sta facendo le valige da Empoli. Ultime righe da spendere per il trasferimento alla corte di Manuel Spinale del difensore Enrico Rossi, spesso nel giro della prima squadra a Vicenza e reduce da un ottimo torneo a Cartigliano. Si tratta di un elemento che conosciamo bene, un terzino di soli 20 anni che garantisce non solo una forte spinta sulla fascia sinistra ma che ha ottima predisposizione anche a difendere. Un bel rinforzo per il presidente Lino Chilese, dopo i colpi con Valenti, Dany Maury, Leite Borges, Bertani, il “Duca” Altinier ecc. Augurissimi ai Grifi, che una speranziella nel ripescaggio ce l’hanno ancora in fondo al cuore…

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dove gustare il miglior gelato: le top gelaterie di Vicenza e provincia

  • Tragedia sulle Gallerie del Pasubio: giovane precipita e muore dopo un volo di 150 metri

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: ecco come si vota

  • Stanno cambiando le frequenze televisive: scopri se la tua TV è da rottamare

  • Alunna positiva al Covid-19, scatta il protocollo: classe in quarantena

  • L'appartamento brucia e si lanciano dal 2° piano: mamma e figlio in ospedale, gravissimo il padre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento