Calcio

Triestina-Vicenza, il prepartita di Diana: "Episodi sì ma ci mettiamo anche del nostro"

Nella tradizionale conferenza stampa della vigilia il tecnico biancorosso si conferma uno che dice pane al pane e vino al vino. Il campo pesante? Ci sarà per noi e anche del loro, non tiriamolo in ballo!

Le parole del mister alla vigilia della partita contro la Triestina al Nereo Rocco :

"Abbiamo passato giorni proficui in termini di lavoro ma non si può negare che siano stati complicati dal punto di vista emotivo. Quella col Renate è stata una battuta di arresto che nessuno di noi si aspettava. Il mio compito è stato ed è quello di risollevare il morale della squadra e in questo senso quella con la Triestina è una prova che viene a fagiolo. Ho fatto anche da mental coach, certo. Queste sono le gare che mi piacciono e voglio vedere l’atteggiamento e la voglia che un po’ ci sono mancati. I nostri avversari hanno dimostrato di avere carattere per ribaltare in extremis una partita che stavano perdendo. Non è che hanno sovrastato il Lumezzane, ma hanno saputo approfittare di due palle ferme, proprio quelle che noi attualmente non sappiamo cogliere. E’ una questione di dettagli, che vanno portati dalla nostra parte con più attenzione. Non abbiamo per nulla paura della Triestina ma è necessario non lasciare niente al caso ed essere più incisivi, perché in area ci arriviamo ma senza cattiveria. Non è sempre merito degli avversari, siamo noi che ci mettiamo del nostro. I momenti di difficoltà capitano a tutti, statene certi. Giocheremo su un brutto campo che sarà reso ancora peggiore dal maltempo, ma guai a cercare alibi. Noi dobbiamo solo stare zitti e pedalare. Quanto alla formazione, non ho ancora deciso. Mi restano almeno 2 o 3 dubbi da sciogliere. Rossi viene via con noi ma non è ancora recuperato del tutto. E anche Ferrari e Della Morte non sono al 100&. Aggiungiamoci poi Greco che stanotte ha avuto la febbre. Quindi ci sono ruoli ancora vacanti: in difesa, dove per riempire il buco lasciato da Ierardi dovrò scegliere tra De Maio e Sandon e sulla fascia tra De Col e Valietti. Ma anche a centrocampo e in attacco. Vedremo dopo l’ultima sgambata.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Triestina-Vicenza, il prepartita di Diana: "Episodi sì ma ci mettiamo anche del nostro"
VicenzaToday è in caricamento