rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Calcio

Qui LR Vicenza: "Stiamo bene" e Stoppa promette faville lunedì al Dal Molin contro l’Arzignano

L’attaccante di Biella, in prestito dalla Samp conferma l’ottimo clima che si è venuto a creare nelle ultime settimane nella "casa biancorossa"

Quella con il FC Arzignano Valchiampo “… è una partita fondamentale per noi e questo tipo di partite poi devono essere giocate per vincere». L’ha affermato Matteo Stoppa, attaccante 22enne del LR Vicenza a qualche giorno dal derby vicentino allo stadio di Arzignano nell’incontro con la stampa allo stadio Romeo Menti. Il match si gioca in posticipo lunedì 28 novembre 2022 alle ore 20 e 30 allo stadio Tommaso Dal Molin di Arzignano (Vicenza).

«Siamo molto concentrati su questa partita - ha proseguito -, ascoltando i consigli del mister e siamo sereni. C’è un bellissimo clima all’interno dello spogliatoio, in questo momento e dobbiamo mantenerlo portando in campo una grande prestazione lunedì sera».

LE CONDIZIONI FISICHE DI MATTEO STOPPA
«Come sto? E’ stato un momento un po’ difficile perché stare lontani dal campo, rende tristi. Ora però sto bene e sono contento di essere tornato, spero di poter dare una mano importante ai miei compagni».

STOPPA SU MISTER FRANCESCO MODESTO
«Appena arrivato (Francesco Modesto, ndr) ci ha confermato che la tecnica non manca di certo a questa squadra - racconta Stoppa -. Sta lavorando tanto sull’aspetto mentale perché vuole tanta grinta e personalità in campo. Ci dice sempre di essere coraggiosi, perché l’importante per lui è “fare davvero”, non “fare il compitino”, ma provare e rischiare di sbagliare ma giocando con voglia e personalità». 
«Ci mancava quella spensieratezza e “ignoranza” che occorre tirare fuori, al di là della tecnica - svela il 22enne -. Noi dobbiamo rimanere sereni e lavorare tanto, perché più si lavora, meglio ci si esprime. Ne abbiamo le capacità. E poi dobbiamo andare forte in allenamento perché quello è lo specchio della partita».

LA VITTORIA HA PORTATO SERENITA’
«Quando vinci, sei più sereno e mentalmente e felice; ti vengono le giocate che magari nei momenti difficili non ti riescono. Vincere aiuta a vincere, non dobbiamo mai accontentarci, ma essere sempre determinati e concentrati come ci chiede il mister».

SUL TIFO DELLO STADIO MENTI
«Avere un tifo così ci dà una grande mano, perché ti spronano e incitano dal primo al novantesimo - sottolinea Matteo Stoppa -. Ti fanno venire quella adrenalina che aiuta ad osare nelle giocate. E’ difficile da spiegare: quando entri in campo con 8.000 persone sugli spalti ti arriva una spinta emotiva fortissima. Noi dobbiamo essere bravi a portarcela dentro di noi e a trasformarla in risultati positivi».

SULLA CAPOLISTA PORDENONE
«Non è una novità, sappiamo da inizio campionato che (il Pordenone, ndr) è una delle favorite del nostro girone - spiega Stoppa -. Noi dobbiamo pensare solo a noi stessi, alle nostre potenzialità, a cercare di vincere più partite possibili: i conti con la classifica li vedremo più avanti»

SULLA COPPA ITALIA
«SE La Coppa è una distrazione? Non direi proprio. Questo è il nostro lavoro, il calcio è la nostra vita, per cui più partite ci sono, meglio è. E’ una partita in più da preparare, che dobbiamo vincere, quindi è solo un aiuto in più mentalmente per stare sempre sul pezzo e andare forte, un vantaggio, insomma».

GLI OBIETTIVI DI MATTEO STOPPA
«I miei obiettivi ora sono quelli di aiutare la squadra e fare più goal e fornire ai compagni più assist possibili».
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qui LR Vicenza: "Stiamo bene" e Stoppa promette faville lunedì al Dal Molin contro l’Arzignano

VicenzaToday è in caricamento