rotate-mobile
Calcio

Qui LR Vicenza - Anche i biancorossi hanno il loro Ronaldo, sarà il regista, ma dalla quinta giornata

Presentato in sala stampa allo stadio Menti il regista da due settimane in biancorosso e proveniente dal Padova. «Non vedo l'ora di segnare al menti sotto la curva Sud», ha affermato. L’italo-brasiliano è squalificato e entrerà in campo dopo un mese dall'inizio del campionato

Ronaldo Pompeu da Silva, 32 anni, centrocampista, acquisito dal LR Vicenza dal Padova dove ha giocato gli ultimi 3 anni. Ha scelto il numero 8 (non il 10 che aveva tra i biancoscudati, che a Vicenza è di Giacomelli). A causa di un risentimento muscolare che si è procurato durante una partita amichevole nelle scorse settimane, ora si sta allenando a parte: d’altro canto può permettersi di arrivare in ritardo nella preparazione visto che ha sul groppone 4 giornate di squalifica (per una testata inferta ad un avversario in Palermo-Padova nel giugno scorso).
Nonostante questo gli esperti ritengono che si tratti di un ottimo giocatore con ottima tecnica individuale, buon palleggio e tiro pericoloso nelle conclusioni dalla distanza e soprattutto un mago dei calci di punizione in vista della porta avversaria. Sarà il regista della squadra di mister Francesco Baldini.
Il Vicenza l’ha incontrato nel 2010 al suo esordio in serie B nel match Mantova-Vicenza. Pur essendo nato in Brasile ha cittadinanza italiana ed è cresciuto nelle giovanili della città che diede i natali a Virgilio.
La sua prima rete da professionista la sigla col Padova nel 2011 contro il Livorno. Sempre in serie B gioca per due anni a Grosseto, e passa poi tra il 2013 e il 2016 in B con Catanzaro, Empoli, ProVercelli e torna a Empoli in serie A.
Nel 2016-2017 alla Salernitana (in B) e successivamente al Novara fino al 2019 per tornare al Padova in C dove gioca tre anni.
In carriera è sceso in campo in 281 partite ufficiali (di cui 137 in serie B) e ha segnato 28 reti (di cui 5 in B). Col Padova ha conquistato la Coppa Italia di Serie C (2022).

LA PRESENTAZIONE DI RONALDO IN BIANCOROSSO CON LA “R”
Nella presentazione a Casa Vicenza il biancorosso Ronaldo ha evitato di parlare del recente passato: si è limitato a dire che con il Padova ci hanno provato 3 anni a salire di categoria, ma niente da fare.

E’ felice Ronaldo di essere arrivato nelle fila del LR Vicenza e non vede l’ora di giocare allo stadio Romeo Menti.
«Secondo me ci sono i presupposti per fare un anno importante - ha affermato in riferimento al gruppo squadra e all’obiettivo promozione - Ho già giocato con Cappelletti e con Padella. Quando stavo per arrivare li ho sentiti ed erano felici del mio arrivo».

IL CAMPIONATO DI SERIE C SECONDO RONALDO
«Sarà molto difficile - afferma l'italo-brasiliano -. Secondo me ci saranno più squadre a lottare, rispetto allo scorso anno. Poi vedremo quando inizierà il campionato; sono convinto che non sarà facile ma noi faremo di tutto per fare un campionato importante e portare il Vicenza dove merita di stare».
Ma cosa farà la differenza in Lega Pro? 
«La continuità è importantissima. Poi dipende tanto anche dalle annate, penso ai due anni al Padova: abbiamo accumulato tantissimi punti ma alla fine non siamo riusciti a vincere. Speriamo sia un anno in cui con meno punti, si riesca a stare in testa. Ma, ripeto, la continuità in campionato è fondamentale».

Ronaldo ha concluso apprezzando molto la piazza berica ed è felice per il fatto che già 3500 tifosi abbiamo sottoscritto l’abbonamento, sicuro che ripagherà questo calore e affetto che viene profuso dentro e fuori dal campo. «Non vedo l’ora di giocare qui allo stadio e di fare un goal sotto la Curva», così ha concluso.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qui LR Vicenza - Anche i biancorossi hanno il loro Ronaldo, sarà il regista, ma dalla quinta giornata

VicenzaToday è in caricamento