rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Calcio

Tra marsupio e scarsella, tre punti incassati dal Lane

Le pagelle di Alberto Belloni dopo Pro Sesto - LR Vicenza

Il Vicenza domina la gara e ridimensiona i padroni di casa: Show in positivo di Matteo Scoppa col suo magico triplete. E show in negativo dell’arbitro Scarpa che si inventa un rigore assurdo contro i biancorossi. Gli uomini di Modesto vincono lo stesso ma a speranza è che qualcuno dell’AIA vada a guardarsi il filmato dell’episodio. Roba da allucinazioni da LSD…

CONFENTE 6: Parata al 13’. Niente da fare sul rigore di Bruschi per l’1-2. Buona uscita al 29. Facile parata su Maurizi al 37’. Parata convincente all’80’. Una gara sui livelli pre-Piacenza. Con alcune buone giocate volanti.

BELLICH 6,5: partita di buon livello, nella quale chiude con efficacia ogni tentativo della Pro di farsi pericolosa, dando anche alla bisogna un po’ di aiuto al centrocampo, specie dopo essere rimasti in 11 contro 10.

PASINI 5: Cicca il tiro al 44’ il fattaccio. Fin lì non aveva fatto male, ma nel tentativo di arginare la progressione di Gerbi, canna l’intervento e stende in modo plateale l’avversario. Da ultimo uomo, con cartellino rosso inevitabile. Un grande difensore del Lane dei tempi d’oro, seduto accanto a me, commenta: “E’ un errore concettuale. In un caso simile ti insegnano fin da ragazzo ad evitare ogni rischio accompagnando l’attaccante verso il fondo campo.”. Scelta sconsiderata che lascia il Vicenza (ancora una volta) in inferiorità numerica. L’insufficienza viene da sé…

CAPPELLETTI 6+: si vede che soffre molto quando gli avversari lo prendono in velocità. La sua esperienza e il suo fisico sono però utilissimi alla squadra quando si tratta di fare quadrato là dietro. La forma sembra in crescita.

DALMONTE 6+: ci prova subito ad inizio gara ma la traiettoria è alta. Efficace recupero di testa al 27’. Al 62’ dopo una giocata sporca, trova il varco in area e il fallo che subisce è più che evidente. Secondo rigore per il Lane. Una prestazione senza troppe stelle ma con il giusto grado di continuità, nella quale contribuisce (e non sarebbe il suo mestiere) a fare legna.

(MION): n.g.

SCARSELLA 6+: al 39 ha una chance di testa ma non ci arriva. Anche per lui sul taccuino restano poche giocate memorabili. Tuttavia il suo contributo al lavorio sporco è meritevole di apprezzamento. Si vede pochissimo in proiezione ma bisogna considerare che per tutto un tempo la squadra deve sbattersi con l’uomo in meno e lui non si sottrae alla pugna.

CAVION 6/7: tentativo di tiro al volo al 13 ma la sfera gli va altissima. Tanti palloni giocati e tanto dinamismo, cercando di assicurare le geometrie corrette nonché il giusto grado di vigore atletico. Per lui la prestazione più convincente dopo l’infortunio. E in attesa di recuperare Ronaldo è una gran bella notizia.

(LATTANZIO): n.g.

GRECO 6: primo tempo decisamente sottotono. Poi buona giocata sulla fascia al 67’ e un lavoro efficace di tamponamento sulla corsia di sinistra. Non è efficace come altre volte nelle incursioni, ma contribuisce con grande volontà a portare a casa la vittoria.

JIMENEZ 6+: perde una brutta palla al 2’. Cerca il tiro da fermo ma la palla è respinta dalla barriera al 12’. Alla mezzora domina nettamente nello stacco il suo avversario in area, ma il signor Scarpa (unico nell’orbis terrarum) vede un fallo da reparto neuro. Geniale l’assist al 40’. In inferiorità numerica, per riequilibrare l’assetto, l’allenatore lo fa uscire, dopo una prova più che onesta.

(BEGIC) 6,5: fornisce alla squadra una maggiore copertura difensiva. Un tiro mal calibrato al 47’. Nel complesso la pagnotta se la guadagna tutta.

STOPPA 8: primo show al 15’: si porta la palla sulla mattonella giusta e spara un missile di destro che si infila alla sinistra di Botti. Da applausi. Si fa anticipare dal portiere al 24’ ma fa il bis al 28: su punizione dai 25 metri indovina un altro tiro micidiale che finisce sullo stesso palo. Ancora standing ovation. Al 39’ cerca la conclusione al volo ma la sbuccia. Chiamato all’esecuzione dagli 11 metri regala ai biancorossi l’1-4 con un tiro sicuro a mezza altezza. Assoluto protagonista di questo venerdì prenatalizio. Il Padova è avvertito…

(GIACOMELLI) 6+: chiamato nella mischia nell’ultimo quarto d’ora non risparmia rincorse e pressing. Conquistando pure lui un pezzetto del risultato al Breda.

ROLFINI 5/6: al 42’ è affrontato in area da Giubilato, che gli assesta un netto pestone. Dagli 11 metri è lui stesso a siglare il terzo gol con un tiro ben assestato. Ormai mi sembra di sparare sulla Croce Rossa. Non si puà dire che tiri indietro la gamba, ma chiunque abbia visto la partita non può che concordare sul fatto che parliamo di un grande assente dal campionato biancorosso. Mai un confronto uno contro uno vinto. Mai un tiro verso la porta brianzola. I suoi gol sarebbero indispensabili per accompagnare il Lane verso la promozione. Ma quanto si devono attendere ancora penalty a parte)? Il voto beneficia dell’esecuzione dal dischetto. Ed è di incoraggiamento. Molto di incoraggiamento.

(BUSATTO): n.g.

Mister MODESTO 7: senza il bomber principe si poteva temere un Vicenza spuntato e senza capacità di offendere. Il tecnico si affida (ovviamente) al Cobra, che non risponde alla chiamata. Ma piazza Stoppa come ardito d’assalto e riceve in cambio un un/due/tre che ammazza la Pro Sesto persino oltre il dettaglio numerico. Buona anche l’idea di usare sulla trequarti il talento di Jimenez. Ed efficace nella zona nevralgica del campo l’utilizzo a 360° del Duca Cavion. Ora la squadra è tornata a vincere, allungando a 6 il numero delle vittorie dopo il suo arrivo, con soli due pareggi e nessuna battuta d’arresto. I suoi ragazzi sono al secondo posto in graduatoria, tenendo dietro Di Carlo & C., con un entusiasmo tra i tifosi che non si vedeva da tempo. Adesso è tempo di riposo. Ma occhio ai panettoni, perché dopo le Feste sono in lista di arrivo le Galline Coccodè. C’è un conto da regolare, ricordate?

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra marsupio e scarsella, tre punti incassati dal Lane

VicenzaToday è in caricamento