Calcio

LR Vicenza-Pro Vercelli: Vecchi è intervenuto in conferenza stampa

"Il nostro obiettivo è fare il massimo e il meglio"

Nella giornata odierna mister Stefano Vecchi ha incontrato la stampa, in vista della sfida contro la Pro Vercelli, in programma domani alle ore 20.30, allo stadio Romeo Menti.

Le parole del tecnico del Vicenza: “Non dobbiamo fermarci alla seconda partita di continuità di prestazioni e di vittorie fuori casa, dobbiamo andare alla ricerca di continuità costantemente ad ogni gara. Saremo contenti di tornare ad una vittoria casalinga, questo è il nostro obiettivo. Occorre continuità di prestazioni, di intensità mentale e fisica, di impegno agonistico, l’abbiamo fatto e dobbiamo portarlo avanti. Sarà una settimana tosta, l’abbiamo iniziata bene e dobbiamo continuare.

Come stanno i ragazzi? Laezza ha svolto degli esami strumentali oggi e domani sapremo, lo convochiamo e poi vedremo. La situazione è migliore di quella che ci aspettavamo, ma vogliamo avere la sicurezza che non sia nulla di grave per eventualmente coinvolgerlo nella partita. 

Turnover? Qualche avvicendamento ci sarà, su qualcuno abbiamo fatto delle valutazioni. Abbiamo delle validissime soluzioni, quindi qualche variante ci sarà. Della Morte rientrerà dall’inizio, ora dovrebbe essere al 100%. Devo capire bene con il supporto del nostro staff medico le condizioni fisiche di tutti. In alcuni ruoli ci sono diverse opzioni, in altri siamo un po’ più obbligati, come ad esempio in difesa, qualora Laezza non ce la facesse.

A Bergamo nessun calo mentale? E’ stata una crescita, a Bergamo abbiamo avuto un calo negli ultimi cinque minuti di partita ma abbiamo tenuto botta. 

Hanno segnato entrambi gli attaccanti? Siamo contenti, Pellegrini e Rolfini hanno fatto due gol e si è sbloccato anche Ferrari. Ci saranno gare che ci farà vincere lui perché vedo da parte sua l’atteggiamento e lo spirito giusto, sia in allenamento che in partita. Il gol può non arrivare ma abbiamo bisogno del Ferrari delle ultime gare. Se arrivano le prestazioni, lo spirito e l’atteggiamento giusto, può diventare un trascinatore non solo con i gol, ma nel contesto di gioco. E’ un attaccante che può essere non solo goleador ma può diventare anche leader in senso completo. Attraverso il lavoro lo sta facendo. Non gli ho detto niente di particolare, solo che è un giocatore che in C, sposta gli equilibri, un giocatore forte. 

Delle Monache? E’ arrivato in due gare nelle quali per caratteristiche e per andamento delle stesse, non mi sembrava il caso di inserirlo. Però è uno di quei giocatori che può determinare e sono sicuro che sarà decisivo in tante partite.

Il terzo posto si avvicina? Sei punti sono tanti, li possiamo avvicinare con le prestazioni. Il nostro obiettivo è fare il massimo e il meglio, se riusciremo ad avvicinarci vorrà dire che stiamo facendo un percorso importante, già parlarne è tanta roba. E’ distante, non ci poniamo limiti, ma ragioniamo una prestazione alla volta.

Se mi aspetto un’accoglienza diversa da parte dei tifosi? Credo che i tifosi vogliano vedere una squadra che dà tutto e che non molla. Questo è quello che la squadra sta facendo in questo momento, però non credo sia facile smaltire la delusione per le aspettative diverse. Un campionato di vertice al primo posto non si può più fare, però stiamo costruendo qualcosa di importante. Mi auguro che i tifosi riescano a capirlo e per farglielo capire dobbiamo essere bravi noi con l’impegno e l’atteggiamento".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LR Vicenza-Pro Vercelli: Vecchi è intervenuto in conferenza stampa
VicenzaToday è in caricamento