rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Calcio

Il Lane schianta il Padova al Menti

La formazione ospite battuta anche oltre il risultato sul campo

Da applausi tutti i biancorossi, ma mostruosa la prestazione di Pippo Costa. Benissimo anche Tronchin e Talarico e tutta la retroguardia. Mister Vecchi ha forgiato un gruppo coeso, capace di infiammare di passione i quasi 10.000 tifosi berici presenti al Menti.

LE PAGELLE DEL “BAFFO” BELLONI

CONFENTE 6,5: a parte un rinvio alla carlona al 25’ e un’uscita difettosa al 60’, si è sempre dimostrato molto efficace, soprattutto con le uscite che hanno disinnescato qualsiasi velleità degli ospiti.

CUOMO 7+: preciso, intelligente, vigoroso. Per lui l’ennesima dimostrazione di come la dirigenza abbia pescato bene nel mazzo del mercato invernale. Oltre che essere implacabile in copertura, si è permesso anche qualche finezza stilistica.

GOLEMIC 7,5: una diga contro la quale si infrangevano miseramente i poveri attaccanti biancoscudati. Un vero capitano coraggiosissima . Nonostante una carriera che parla da sola, non era scontato che a Vicenza trovasse conferma. Ma che giocatore, accidenti!

SANDON 7: il più giovane dei tre bocia in campo, combatte come un veterano, senza paura e senza pause. Il Padova si rende pericoloso solo una volta per tempo e su calci da fermo. Il turno di riposo concesso a Laezza è stato ottimamente coperto.

TALARICO 7,5: ecco un altro baby che i biancoscudati si sogneranno stanotte come un incubo horror. Canta e porta la croce, chiudendo varchi, portando palla e andando ad offendere, come al 50’quando il suo tiro si stampa sul montante propiziando il successivo 2-0

(DE COL) n.g.: entra e fa il suo

TRONCHIN 7/8: il trio dei giovani Moschettieri si completa col baby di Montebelluna, la cui prestazione è stata da applausi per continuità, dinamismo e lucidità. Tanta roba messa a disposizione soprattutto del collega brasiliano, del quale non ha certo il talento ma che riesce a coprire in modo straordinario. Ma davvero non si può evitare che vada a Cittadella?

RONALDO 6,5: il mister gli aveva raccomandato di dosare le forze in vista degli impegni futuri e lui l’ha fatto con grande sagacia. Per questo forse non è stato così appariscente come in altre occasioni, ma magari sentiva l’ostilità concentrata su di lui dal pubblico padovano. Che lui ha ripagato a dovere…

(ROSSI) n.g.: la buona notizia è che Faustino c’è

COSTA 8: si fa fatica a trovare le parole per questo giocatore vicentino che quest’anno ha fornito ai biancorossi quel qualcosa in più che sulle fasce mancava al Lane da anni. E’ stato una continua spina nel fianco di Oddo, ispirando il primo gol con un assist al volo e tagliando come il burro il centrocampo biancoscudato. Un’ira di Dio…

DELLA MORTE 7+: forse non è stata la sua migliore gara della stagione, ma una costante è che quando prende palla per gli avversari sono guai. Millimetrica l’apertura con cambio di campo nel vantaggio berico. Poi mette lo zampino anche nell’azione del raddoppio. Ma la sua qualità ormai è un punto fisso.

(GRECO) n.g.: chiamato a dare tono alla squadra non delude

PELLEGRINI 6+: è poco ispirato in zona gol e fa storcere il naso a qualche tifoso. Ma è grande il suo contributo di filtro a trequarti campo, ricco di tigna e generosità. Aggiungiamoci che risulta decisivo sul 2-0. Penso che possa bastare.

(DELLE MONACHE) n.g.: non aggiunge ripartenze ma si dà un gran da fare in interdizione

FERRARI 8: ormai l’abbiamo capito. Anche se sembra poltrire nel corso della gara, in realtà è un leone in agguato che attende solo di colpire. Nel derbino due gol pesantissimi, guadagnati facendosi trovare al posto giusto al momento giusto. Solo noi, solo noi, il Loco l’abbiamo solo noi.

All. VECCHI 7,5: qualcuno ha detto: la vera pedina fondamentale del Lane sta in panchina ed è l’allenatore. Non so se sia davvero fondamentale, ma certamente Stefano Vecchi sta facendo un lavoro incredibile. Praticamente la medesima squadra che arrancava con Diana oggi sta facendo l’impresa. Basti guardare la crescita di alcuni elementi criticatissimi nel girone d’andata e ora sulla cresta dell’onda. Lode dunque al timoniere biancorosso, che raccomanda di non abbassare la guardia. Non è ancora tempo di festeggiamenti…

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lane schianta il Padova al Menti

VicenzaToday è in caricamento