rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Calcio

Un buon Lane stoppa la super Cremo: le pagelle

Dopo un inizio difficile i biancorossi trovano le misure, soffrono il giusto, sbagliano un penalty e alla fine meritano la divisione della posta

Sugli scudi un Contini spaziale. Finalmente sufficiente la prova della difesa. Buone note anche per Bikel e Cavion. Pessima invece la prestazione di Da Cruz (che tra l’altro spreca il rigore) e di Diaw che rovina tutto con l’espulsione nel finale (e non ci sarà sabato).

LE PAGELLE

CONTINI 8:

buon intervento su Strizzolo in apertura di gara. Si ripete al 26’ su Zanimacchia. Buona uscita al 73’ sulla testa di Gondo. All’88’ parata salvarisultato su Bianchetti che batte a colpo sicuro. Non finisce mai di stupire: reattività, colpo d’occhio, personalità e quella giusta cattiveria agonistica che conferisce carica a tutta la difesa. Peccato che il cartellino sia del Napoli.

BRUSCAGIN 6:

ammonito per fallo evidente su Zanimacchia a centrocampo. Tutta la partita col freno a mano tirato, rinunciando alle sgroppate in avanti. Meglio così, perché diminuisce drasticamente la percentuale di errori e la sua partita è sostanzialmente sufficiente.

BROSCO 6+:

al 3’ si fa sfuggire Strizzolo, che per fortuna non ne approfitta. Al 31’ esce alla disperata su Rafia e salva la porta berica. Dopo i primi minuti di autentico terrore, nei quali si teme una nuova Waterloo difensiva, l’ex ascolano trova misure e tempi e disputa la sua migliore partita da quando è in biancorosso. Niente di che, intendiamoci, ma è un inizio…

DE MAIO 6,5:

al 3’ salva sulla linea una botta di Zanimacchia che sembrava fatale. Idem come sopra. Superata la bambola della prima mezzora inizia a chiudere meglio i varchi e infine giganteggia sui palloni aerei, spuntando le armi dei grigiorossi. Esce dalla battaglia con la testa frastornata ma la coscienza (finalmente) pulita.

(PADELLA) 6+:

entra in campo carico di elettricità come una centrale nucleare. Logico nervosismo, visto che ottiene il via libera solo a seguito dell’infortunio di un compagno. La sua rabbia, però, è utile a tutta la retroguardia per non mollare di un millimetro, nemmeno nel convulso finale. Benritrovato.

SANDON 5:

al 31’ sbaglia un rinvio di testa che poteva costare carissimo al Lane. Al 58’ per fermare Zanimacchia che gli è appena andato via, si becca il giallo. Prestazione purtroppo deludente, che non è però una condanna, vista l’età del giocatore. Da rivedere in altra occasione.

(CRECCO) 6:

ottimo cross all’88. La sua entrata nel finale dà qualcosa in più alla squadra in termini di esperienza, dinamicità e intraprendenza. Bene così…

BIKEL 6/7:

al 98’ un errore che poteva costare caro su un pallone perso malamente. Sul taccuino resta qualche altra sbavatura ma anche il resoconto di un’infinità di chilometri e tante falle tappate grazie alla sua “garra charrua”. E’ l’unico vero mediano interditore che abbiamo e la sua presenza in campo è fondamentale.

CAVION 6+:

al 38’ calcia verso la porta ma la traiettoria è stoppata dal braccio di Rafia: con l’aiuto del VAR il signor Colombo assegna il tiro dagli 11 metri al Vicenza. L’incontro di Cremona non bissa le ottime prove del recente passato ma è senz’altro sufficiente in termini di ordine e geometrie. Si sta imponendo come punto di riferimento per tutti.

DALMONTE 6-:

tenta la conclusione al 16’ ma è da dimenticare. Destro di prima intenzione al 29’ che impegna severamente Carnesecchi. E’ ancora molto lontano dal rendimento che ci si aspetta da lui, ma quello di oggi è un passo in avanti nella direzione giusta. Le giovate vincenti arriveranno…

DA CRUZ 3:

al 39’ va sul dischetto per la massima punizione ma calcia in modo svogliato e prevedibile, vanificando un’opportunità di vittoria per il Lane. Al 47’ perde un pallone sciagurato sulla trequarti, avviando un comodo break per i padroni di casa. La sua prova va archiviata alla voce disastrosa in tutte e tre le componenti del voto: impegno, grinta e lucidità. Ha classe da vendere ma se gioca così è solo un uomo in meno.

(RANOCCHIA) 5/6:

all’85’ ha un’occasione d’oro per portare avanti i suoi, ma la zuccata in solitaria evidenzia che è un centrocampista e non un bomber: sfera innocua. All’87’ subisce un contatto in area ma il tocco sembra veniale. Nei minuti in cui gioca cerca di darsi da fare ma si vede che il momento difficile non è ancora terminato.

GIACOMELLI 5,5:

si nota poco e mancano del tutto le sue proverbiali accelerazioni. L’impressione è che faccia una fatica tremenda a trovare la sua collocazione nello scacchiere deciso dal mister. Si dà da fare per aiutare la squadra ma dalla sua parte la Cromo dorme sogni abbastanza tranquilli.

(ZONTA) n.g.:

pochi minuti, buoni giusto per la statistica

TEODORCZYK 5,5: ci prova all’11’ ma il tiro non è granchè. Al 32’ viene toccato in area da Fagioli ma l’arbitro dice che è tutto regolare. Resta qualche dubbio. Interessante il colpo di testa al 53’: anticipa il diretto avversario ma il pallone sibila appena fuori. In crescita…

(DIAW) 4:

al 99’ affibia una gomitata nel petto di Okoli, rilevata dal VAR e sanzionata col cartellino rosso. Ogni volta che va via fa venire i capelli bianchi alla difesa di Pecchia, ma stavolta non punge. E l’espulsione è colpa gravissima, anche in prospettiva Pordenone. Il che spiega il voto…

Mister BROCCHI 6,5:

dopo un inizio molto preoccupante, pian piano la squadra prende coraggio e lucidità. Soffre, perché il campo è pur sempre quello della reginetta del campionato, ma riesce a lottare ad armi pari e persino a pungere i lombardi. La scelta di tener fuori Diaw e Ranocchia (risparmiati in vista della gara coi ramarri) non ha depotenziato i suoi e la prestazione complessiva alla fine è risultata soddisfacente. Come testimoniato dagli applausi dei 274 tifosi biancorossi presenti allo Zini. E’ un pareggio che è solo un brodino, ma che consente di tener viva la classifica. Che è sempre da incubo ma che la prossima settimana, dopo lo scontro con il Pordenone, potrebbe diventare meno disperante.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un buon Lane stoppa la super Cremo: le pagelle

VicenzaToday è in caricamento