rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Calcio

Al LR Vicenza la sconfitta al 95' non va giù: nota di protesta, «Episodi penalizzanti»

Vicenza-Benevento si stava chiudendo sul 2-2 con una impresa epica da parte dei biancorossi che, sotto di due gol, sono riusciti a risalire la china. Nei minuti di recupero il match ha preso una strana piega e il LR Vicenza ora protesta e critica severamente la direzione arbitrale

Il LR Vicenza ce l'aveva messa tutta contro la quinta forza del campionato, ovvero il Benevento per riagganciare il risultato e almeno chiudere in pareggio. L'impresa martedì sera 30 novembre 2021 era riuscita: sotto di due gol i biancorossi hanno segnato due reti nella ripresa con Crecco e Dalmonte. Infinito il recupero e il gol del definitivo vantaggio del Benevento su calcio d'angolo addirittura al 95' di gioco: troppo recupero concesso e una gara che negli ultimi minuti sembrerebbe sfuggita di mano all'arbitro. Alcuni tifosi intervenuti pochi minuti dopo la fine della partita in una nota trasmissione radiofonica di commento condotta dal giornalista Corrado Ferretto, hanno addirittura detto: «L'arbitro ha lasciato giocare per dare al Benevento la possibilità di fare gol». Un'insinuazione pesante, detta a botta calda da tifosi inviperiti, ma all'indomani del match avvallata dalla nota della società di largo Paolo Rossi, 9.

LA NOTA DI PROTESTA DEL LR VICENZA SUL GOL DI BARBA DEL 2-3 PER IL BENEVENTO
La società sportiva di patron Rosso ha diffuso mercoledì 1 dicembre, il giorno dopo l'incontro Vicenza-Benevento finito 2-3, questa nota: «La società LR Vicenza si dichiara attonita per quanto avvenuto nei minuti finali della gara di ieri sera contro il Benevento, valevole per la quindicesima giornata del campionato di Serie BKT.
Il gol del 2-3 di Barba è avvenuto infatti a tempo abbondantemente scaduto, come evidenziato non solo dalla società biancorossa nel post partita, bensì anche da tutti i media.
La stessa punizione, azione che precede e genera il successivo calcio d’angolo dal quale è scaturita la rete, si verifica già a recupero terminato. Vi sono quindi ben due interruzioni del gioco, con due calci da fermo lasciati battere dalla direzione arbitrale del Sig. Valeri oltre il recupero assegnato dallo stesso.
Il fatto non appartiene alla sfera soggettiva delle decisioni arbitrali, ma è un dato oggettivo, verificabile e incontrovertibile. Senza soffermarsi sul netto fallo subito da un nostro giocatore e non ravvisato da parte dell’arbitro, prima degli avvenimenti sovra descritti. E sono solo gli ultimi di una serie di episodi penalizzanti che dall’inizio del torneo hanno ulteriormente influito sui risultati della squadra.
Il Club si attende che quando accaduto sia oggetto di profonda analisi da parte degli organi competenti, in segno di rispetto e di attenzione che la storia, il territorio e la proprietà che rappresenta, impongono
».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al LR Vicenza la sconfitta al 95' non va giù: nota di protesta, «Episodi penalizzanti»

VicenzaToday è in caricamento