Mimmo: troppa grazia, San Domenico!

Problemi di abbondanza per il mister in vista del doppio impegno settimanale

In foto: Andrea Saraniti

Cosa si aspetta Mimmo Di Carlo dalle prossime due partite in rapida sequenza: trasferta a Gubbio e partita interna con la Vis Pesaro? Diciamo che la questione maggiormente all’ordine del giorno riguarda l’assetto del suo Lane nella parte mediana del terreno di gioco. La soluzione sin qui preferita, cioè quella del 4/3/1/2 è efficace in alcune situazioni tattiche ma ha già dimostrato di essere più complicata in altre.

Così com’è il Vicenza ha un centrocampo che sulla carta recita 3+1, nel senso che può contare (difensori bassi a parte) su tre mediani/mezzali più un jolly. Il che può portare la squadra a trovarsi in inferiorità numerica quando gli avversari là in mezzo si schierano a 4 o addirittura a 5. Il vantaggio è di avere una formazione capace di una notevole spinta propulsiva, lo svantaggio, come detto, di costringere il reparto biancorosso ad un surmenage sfiancante. E questo vale ancor di più se consideriamo che quel 3+1 è composto da un centrocampista come Vandeputte, con caratteristiche evidenti da mezzo destro offensivo e che il vertice alto è rappresentato da quello che è stato il capocannoniere dell’anno passato.

Il tecnico berico sta dunque studiando da un po’ qualche soluzione alternativa, specie per le gare in cui il controllo del gioco potrebbe risultare decisivo. Le ipotesi (fermo restando l’attacco a 2) potrebbero essere una difesa a tre (già provata occasionalmente dall’allenatore) per un 3/4/1/2 oppure magari un 3/5/2, rinunciando al trequartista. Si tratta di temi tattici che potrebbero essere presi in considerazione soprattutto al momento di affrontare le big del campionato (ricordiamo che dal 6 al 20 ottobre il Lane è atteso dal trittico Cesena, Piacenza e Reggiana) e subito dopo, con il solo intermezzo dell’Arzichiampo, tre ulteriori partite al calor bianco (a Sambenedetto del Tronto, col Padova e infine a Trieste). Ecco dunque che i due match in programma in questi giorni diventano a loro modo significativi per capire quale Lanerossi verrà consegnato a questa parte delicata di stagione.

Sin qui si tratta di una squadra in perfetta media inglese, forte dei recenti acquisti di due top player, con un pubblico da serie B ed una proprietà di primo livello. In questo senso il doppio impegno prima nella tana del Lupo e poi al Menti con i ragazzi di Colucci può alimentare il classico fiato sul collo della prime della classe, che solo un mese fa non si sarebbero aspettato un Vicenza tanto competitivo.

Di Carlo ha praticamente a disposizione tutta la rosa e quindi sarà alle prese con problemi di abbondanza. Meglio averne, direbbe qualcuno. Tuttavia, aggiungiamo noi in chiusura, se si mette a segnare anche la quarta punta (Saraniti ha colpito in settimana anche nell’amichevole contro il Cartigliano) è quasi esagerato.

Troppa grazia Sant’Antonio, direbbero i cugini biancoscudati. Per noi, ovviamente, è "Troppa grazia, San Domenico!"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittorio Brumotti aggredito in Campo Marzo: preso a sassate durante le riprese

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Sorpreso con un trans, paga subito la multa: «Ma non ditelo a mia moglie»

  • Precipita dalla ferrata: gravissimo 28enne

  • Divorziano dopo sessant'anni di matrimonio perchè lui vuole farsi prete

  • Ritrovata la bambina di 11 anni scomparsa sulle colline

Torna su
VicenzaToday è in caricamento