rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Sport

Brescia-Vicenza, i precedenti: da Giolitti al rigore di Galano

La sfida tra rondinelle e biancorossi si replica da oltre 100 anni. La prima si disputò nel campionato di Prima Categoria (l'attuale Serie A) del 1913/14. L'ultima sfida, il 29 aprile scorso, ha visto i vicentini conqustare una vittoria fondamentale anche per il futuro della società

Brescia e Vicenza si sono incontrate 33 volte: tra l'antico Stadium e il Rigamonti, sono 19 le vittorie dei lombardi, 6 i pareggi e 8 le vittorie dei biancorssi.

La prima volta tra Brescia e Vicenza, si giocò in Prima Divisione nella stagione 1913/14, e terminò con il risultato di 4 a 0 per il Lane. Nella stagione 1940/41, in Serie B, il Brescia vince la sua prima partita per due a uno, grazie alla doppietta di Gei (13' e 23’). A nulla servì il gol di Barbon al 47’ per il Vicenza. Nella stagione successiva, la partita terminò 1 a 1: al gol di Martelli (54’), rispose per i berici Capri (74’).

Quattro stagioni dopo, in Serie A, Brescia e Vicenza si incontrano di nuovo ma questa volta, ad aggiudicarsi il match furono le rondinelle per 4 a 1. A passare in vantaggio, furono subito i padroni di casa con Quario (8') ma il Lane riuscì ad agguantare il pareggio su rigore con Suppi (32'). Nel secondo tempo per il Brescia dilagò grazie alle reti di Rebuzzi (58') e di Martelli (61' e 89'). Lanno successivo, fu però il Vicenza a vincere la gara per due a zero, grazie ai due gol di Quaresima (33’ – 72’).

Nella stagione 1948/49, in Serie B, fu di nuovo il Vicenza a conquistare i tre punti, grazie ad una doppietta di Cattaneo (61’-90’).  Nella stagione successiva però, il Brescia riuscì a vendicarsi dell’ultima sconfitta subita, vincendo per 4 a zero il 28 maggio 1950, grazie alle reti di Zambelli (34’), Colosio (63’), e di Bertoni III (65’ – 73’).  Nella stagione 1950/51, il Vicenza ritorna nuovamente alla vittoria in casa del Brescia grazie ad una doppietta del solito Quaresima (48' e 75').

Nelle quattro stagioni successive, è però la squadra lombarda ad ottenere quattro vittorie di fila  contro i berici. L’otto giugno 1952, a risolvere la gara in favore del Brescia, ci pensa Bonaiti con un gol al 49. L’anno successivo, basta invece il solo gol di Scaramuzzi (39’) a mettere in ginocchio i biancorossi. Si assiste ad un copione simile anche il 7 marzo 1954, quando il Brescia, grazie al gol di Bosio (17’) e Guarnieri (23’), si aggiudica nuovamente il match. Il 20 febbraio 1955, alle rondinelle è bastato il solo gol di Mangini (52’), per conquistare la sua quarta vittoria di fila casalinga della sua storia contro il Vicenza.

Undici anni dopo, Brescia e Vicenza si incontrano nuovamente in Serie A e, come nella stagione 1954/55, anche nella partita del 12 dicembre 1965, a conquistare l’intera posta in palio fu la squadra lombarda grazie al gol di Brulls (9’).  Nelle tre stagioni successive, sempre nella massima serie, arrivano tre pareggi, tutte finite 0 a 0.

Nella stagione 1975/76, in Serie B, il Brescia ottiene la sua nona vittoria interna contro il Vicenza, grazie alla reti di Tedoldi (75’). Nella stagione successiva, sarà però il Lane ad aggiudicarsi il match per tre a due: a passare in vantaggio furono proprio i biancorossi con Rossi (5’).  Dopo nove minuti, il Vicenza raddoppiò con Dolci ma una doppietta di Altobelli (35’ -38’), portò il match sul 2 a 2. A segnare il gol del definitivo 2 a 3 ci pensò sempre Paolo Rossi al 54’.

Nella stagione 1979/80, il Brescia si prese la sua rivincita battendo il Vicenza per cinque a due, grazie alle reti di Maselli (32'), Mutti (38’), Penzo (57’), Maselli (81’) e Iachini (90’). A nulla servì la doppietta di Zanone (60' -  75').

Dopo tre anni, le due squadre si affrontano nuovamente ma, in quell’occasione, in Serie C1. Il 25 settembre 1982, il Vicenza espugnò il ‘Rigamonti’ per uno a zero mentre, nella stagione successiva, la partita terminò 0 a 0. Il 6 gennaio 1985, il Brescia conquista la sua undicesima vittoria contro il Lane per tre a uno.

Un’altra vittoria per le rondinelle arrivò nella stagione successiva, in Serie B, grazie alla rete di Maritozzi (53’). Lo stesso risultato arrivò anche nella stagione 1993/94. In quell’occasione, a castigare i biancorossi fu un autogol di Frascella al 27’.

Quattro anni dopo, in Serie A, il Brescia si aggiudicò il match grazie alla doppietta di Neri (45’ – 69’) e grazie alle reti di Hubner (65’) e Pirlo (78’). Nella stagione 1999/00, Brescia e Vicenza ottennero il sesto pareggio della loro storia calcistica: al gol di Yllana (18’) rispose Comandini (89’) su calcio di rigore. Il 27 maggio 2001, la sfida del ‘Rigamonti’ se l’aggiudicò la squadra di casa per due a uno. Grazie alle reti di Hubner (10’) e di Bachin (44’), le rondinelle conquistarono la permanenza in Serie A. A nulla servì il gol di Comotto (87’) per i berici.

Dopo sei stagioni, le due squadre si ritrovano in Serie B. In quell’occasione, il Brescia conquista la sua sedicesima vittoria interna contro il Vicenza, grazie ai gol di Serafini (24’), Hamsik (77’) e Mannini (91’).Un’altra vittoria, arrivò anche nella stagione successiva ma in quella partita i gol segnati dai lombardi furono due: quelli di Taddei (25’) e Possanzini (67’). Un’altra sconfitta per il Vicenza, arriva purtroppo nella stagione 2008/09. In quella partita, a passare in vantaggio fu proprio il Lane con Volta (19’) ma le reti di Zambrella (28’) e di Possanzini (69’), indirizzarono la gara a favore del Brescia.

Il 12 marzo 2010, i biancorossi ritornano alla vittoria al ‘Rigamonti’, grazie alla rete di Martinelli (14’). Due anni dopo però, il Brescia si prende la rivincita, battendo per due a zero il Lane, con i gol di Feczesin (9') e Jonathas (57'). Nella stagione successiva, è però il Vicenza a conquistare la sua ottava vittoria al ‘Rigamonti’, grazie alla rete di Brighenti (50’).

Nella stagione 2014/15 il Vicenza perese per tre a zero a causa della doppietta di Caracciolo (7′ - 91′) e alla rete di Benalì (16′), compromettendo così il proprio cammino verso la conquista della promozione diretta in Serie A

L'ultima sfida al Rigamonti, nell'aprile scorso, non metteva sul piatto solo i tre punti ma la sopravvivenza della società biancorossa: l'attuale presidente Pastorelli aveva dichiarato esplicitamente che non avrebbe proceduto all'acquisto se la squadra non avesse raggiunto la salvezza. Il Vicenza vinse 1-0 con un rigore di Galano e si avviò verso il raggiungimento dell'obbiettivo, sotto la guida di Franco Lerda, con due giornate di anticipo. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia-Vicenza, i precedenti: da Giolitti al rigore di Galano

VicenzaToday è in caricamento