menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nella foto: l'esultanza dei giocatori bresciani

Nella foto: l'esultanza dei giocatori bresciani

Vicenza shock crolla a Brescia, tre sberle allontanano la A

Pesante scoppola per i biancorossi che vanno sotto di due reti già nel primo tempo (reti di Caracciolo e Benali), senza mai riuscire a reagire. Marino ci prova inserendo Ragusa e Vita ma la situazione non cambia. Nel recupero arrivano il terzo gol di Caracciolo e l'espulsione di Ragusa

Crollano i biancorossi in casa del Brescia. E' stato un Vicenza bruttissimo,forse il peggiore della stagione, al cospetto di una squadra che è stata data per spacciata per troppo presto ma che invece ha dato fondo alle ultime risorse sfoderando una prestazione di cuore e corsa in contemporanea con quella totalmente negativa della formazione di Marino. Le vittorie di Bologna e Frosinone, spingono indietro il Vicenza al quarto posto che ora torna ad inseguire, lasciando però dopo questa partita una brutta sensazione. Per la prima volta infatti i biancorossi sono sembrati incapaci di reagire e anche fisicamente poco brillanti ed ora devono riuscire a ritrovare al più presto lo spirito giusto per affrontare lo sprint finale. Poco nulla da salvare in questa partita che in troppi hanno giocato sottotono.

LA CRONACA

E' subito Vicenza pericolosissimo, dopo neanche un minuto, con Di Gennaro che pesca Cocco in area, il bomber è bravo a toccare di collo al volo costringendo Arcari ad un balzo per togliere la sfera da sotto l'incrocio. Al 7', dopo tre angoli collezionati dal Vicenza, però è il Brescia a sorpresa ad andare in vantaggio, Sbrissa perde palla sul pressing di Benali, il libico allarga per Sestu il quale dentro l'area, crossa largo per Caracciolo che di testa batte a fil di palo Vigorito. Il Vicenza cerca di reagire e lo fa al 15' con un destro appena fuori area di Giacomelli che deviato da un difensore termina sul fondo a pochi centimetri dal palo lontano. AL 24' il Brescia raddoppia ma è fin troppo facile per Benali ricevere in area bersi Sampirisi e piazzare il diagonale vincente alle spalle di Vigorito. Il Vicenza sotto shock non pare in grado di reagire e al 27' ancora Caracciolo si fa valere in area stoppando di petto ma calciando il sinistro a lato. Al 36' è ancora Brescia con Scaglia che tenta il sinistro dalla lunga distanza spedendo ben oltre la traversa. Brighenti e compagni faticano tantissimo a centrocampo: la luce non si accende con Di Gennaro che non riesce a dettare i tempi, Moretti opaco e Sbrissa che pare un pesce fuor d'acqua. Al 45' ancora una ripartenza del Brescia rischia di mandare il Vicenza sotto di tre reti con Sestu che sceglie la soluzione personale da fuori mandando alto, il Vicenza barcolla clamorosamente e rischia di brutto un minuto più tardi quando ancora Sestu, partito in sospettissima posizione di fuorigioco si presenta solo davanti a Vigorito che lo stoppa in uscita. Il fischio di Merchiori arriva provvidenziale per un Vicenza che purtroppo, dopo il primo tempo, sembra un pugile sull'orlo del ko tecnico.

Il Brescia riprende al 5' della ripresa sprecando clamorosamente con Caracciolo che spedisce fuori di testa da ottima posizione. Il Vicenza ha una buonissima occasione 54' con Laverone che mette lungo in area, Arcari lascia sfilare e Giacomelli sul secondo palo mette fuori. E' ancora il brevilineo attaccante biancorosso, due minuti più tardi, a trovarsi lo spazio per una rasoiata che termina di un niente sul fondo. Marino ci prova con Ragusa e Vita in campo e al 70' e proprio quest'ultimo a servire lungo per Giacomelli su cui Zambelli salta a vuoto ma ancora una volta l'attaccante non trova la luce della porta sparando su Arcari. Sul rovesciamento di fronte l'ex Sestu dribbla Sampirisi e scocca un diagonale che finisce sul fondo, facendo correre brividi sulla schiena a Vigorito. All'83 viene espulso Marino che protesta con l'arbitro reo di aver interrotto un'azione del Vicenza per far soccorrere un giocatore del Brescia. Al 91' il Brescia triplica in contropiede con Brighenti che cerca di intercettare un cross di Sestu finendo solo per far impennare la palla che Caracciolo può depositare comodamente di testa alle spalle di Vigorito. Nei minuti di recupero c'è lo spazio anche per l'espulsione di Ragusa che nella posizione inconsueta di ultimo uomo interrompe un contropiede di Caracciolo, mattatore dell'incontro. Termina 3-0, risultato che purtroppo non fa una piega ed ora con la Virtus Entella il Vicenza dovrà cercare di reagire subito alla sberla subita, ma non sarà facile.

IL TABELLINO DELLA GARA

Brescia (4-3-2-1): Arcari, Zambelli, Caracciolo Ant, Di Cesare, Coly, H’Maidat, Benalì (51′ Da Silva), Quaggiotto, Sestu, Scaglia (87′ Bentivoglio), Caracciolo And.
A disposizione: Andrenacci,  Lancini, Bruno, Gargiulo, Bertoli, Bentivoglio, Boniotti, Strada. All: Calori

Vicenza: (4-3-3): Vigorito 5,5, Sampirisi 4,5, Brighenti 5,5, Manfredini 5, Garcia 5 (54′ Ragusa 5), Moretti 4,5 (79′ Spinazzola s.v.), Di Gennaro 5, Sbrissa 4 (46′ Vita 6), Laverone 5,5, Cocco 5, Giacomelli 6.
A disposizione: Bremec, Alhassan, Gentili, Petagna, Camisa, Mancini. All.: Marino

Arbitro: Merchiori di Ferrara. Collaboratori: Borzomì e Intagliata. Quarto uomo: Guccini

Reti: Andrea Caracciolo (B) al 7′ pt e al 46′ st, Benalì (B) al 16′ pt

Note: Serata nuvolosa con leggera pioggia. Temperatura intorno ai 18°. Terreno scivoloso ma in buone condizioni. Ammoniti: Scaglia e H'Maidat (B). Manfredini (V) . Espulso al 14’st dalla panchina il preparatore dei portieri biancorosso Senatore, al 29′ l’allenatore in seconda lombardo Maresi e al 38′ st l’allenatore del Vicenza Pasquale Marino. Espulso al 95′ Ragusa per aver interrotto una chiara occasione da gol. Angoli: 2-11. Recupero: 3′ pt, 5′ st.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La montagna frana: addio alla guglia Corno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VicenzaToday è in caricamento