rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Basket

Euroleague Women, verdetto finale per il Famila Schio: al PalaRomare la sfida decisiva con Sopron

Keys: "Sopron è una squadra che ha avuto un anno particolare. Dobbiamo sfoderare un’ottima prestazione di squadra in difesa e coinvolgere tutte le giocatrici in attacco"

La notte delle notti, quella che può valere una stagione. Mercoledì 1 marzo, alle 20 al PalaRomare di Schio arrivano le campionesse d’Europa di Sopron per una sfida che, combinata ai risultati delle altre contendenti del girone, mette in palio i primi due posti nel gruppo B. Ovvero poter giocare i quarti di finale di Euroleague (ai quali il Beretta si è già qualificato) con il vantaggio del fattore campo.

Attualmente Schio è secondo, alle spalle di Mersin, ma per non farsi superare proprio da Sopron serve una vittoria che permetterebbe anche di concludere la regular season mantenendo inviolato il PalaRomare, impresa riuscita in tutta l’Eurolega solo a Fenerbahce. La gara si giocherà in contemporanea ad Avenida-Girona ma con il risultato già acquisito di Mersin-Kangoeroes con le turche che possono ipotecare il primo posto.

Il primo confronto tra le due squadre risale all’8 gennaio 2003 (vittoria magiara per 85-64) per un totale di 17 incroci con 10 vittorie ungheresi. Le statistiche raccontano di due squadre con cifre simili: dalle percentuali di realizzazione ai rimbalzi catturati, passando per assist, palle rubate e perse. La differenza più grande la troviamo nei punti realizzati: il Beretta è il quarto miglior attacco del torneo con 72,6 punti, Sopron il decimo con 67,2 punti ma è anche la seconda miglior difesa con 62,1 punti concessi (contro i 70,2 delle scledensi).

Una stagione altalenante per le campionesse d’Europa che hanno alternato prestazioni di assoluto livello ad impronosticabili sconfitte come quella di settimana scorsa con Basket Landes. Tanti i fattori che hanno condotto a questi risultati: dagli infortuni a cambi nell’organico non previsti.

L’esperta ala serba Jelena Brooks è la leader della squadra con 17 punti di media ma anche un enorme apporto complessivo nel gioco ungherese; spiccano anche le prestazioni della giovane Magbegor: la lunga australiana è atleticamente impressionante con le sue lunghe leve e garantisce 10,4 punti, 7,7 rimbalzi e 2 stoppate a gara. Attorno a queste due superstar un roster di grandi lavoratrici in grado di prendere per mano la squadra in qualsiasi momento: il capitano Fegyverneky, l’ala irlandese Kunek, la play Turner, il centro serbo Stankovic ma anche la rientrante Hatar ed il neo acquisto Epoupa. Una formazione solida, esperta e profonda temibile su tutti i fronti.

“Sopron è una squadra che ha avuto un anno un po’ particolare ma come tutte le squadre di Eurolega - dichiara in conferenza stampa Jasmine Keys - Soprattutto nel nostro girone ci sono state partite dall’esito inaspettato e infatti la classifica è cortissima. Ultimamente non abbiamo gestito bene le nostre prestazioni, non riuscendo a rimanere aggressive dal primo all’ultimo minuto. Inoltre dobbiamo imparare a non farci prendere dal panico se commettiamo alcuni errori perché le nostre avversarie sono sempre brave ad approfittare dei nostri momenti di appannamento. Dobbiamo sfoderare un’ottima prestazione di squadra in difesa e coinvolgere tutte le giocatrici in attacco.”

LA VIDEO INTERVISTA DI JASMINE KEYS

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Euroleague Women, verdetto finale per il Famila Schio: al PalaRomare la sfida decisiva con Sopron

VicenzaToday è in caricamento