rotate-mobile
Basket

Serie B: La Civitus Allianz Vicenza si scioglie su più bello e perde a Lumezzane

Un pessimo quarto periodo condanna i biancorossi alla sconfitta

Dopo due vittorie consecutive, la Civitus Allianz Vicenza cade a Lumezzane al termine di una sfida ben giocata per tre quarti ma in cui Vicenza si è improvvisamente smarrita negli ultimi dieci minuti, venendo bloccata in attacco e incassando così una sconfitta che rallenta la corsa della squadra di coach Ciocca. Non bastano la doppia doppia di Bastone (19+10) e i 12 a testa di Petracca (4/4 dalla lunga distanza), Cecchetti e Piccone per evitare una sconfitta 76-66.

Vicenza inizia più convinta, lottando a rimbalzo e prendendo diversi tiri, ma un po’ d’imprecisione permette a Lumezzane di prendere il controllo nei primi minuti: un’affondata a due mani di Dilas e un piazzato di Ciaramella valgono il 5-2 iniziale. La Civitus si affida a Cecchetti e Bastone per restare a contatto, quindi trova il primo vantaggio con Chiti dopo quasi 6′ (7-9). I biancorossi però sprecano un paio di occasioni per allungare e allora Lumezzane ritorna avanti, grazie al solito Dilas e a Mastrangelo, che segna il sorpasso in contropiede facendo infuriare Ciocca, che chiama timeout a 2′ e 30” dalla fine del primo quarto. Per la verità, pure i padroni di casa sbagliano tanto e concedono a Vicenza di nuovo la leadership: la prima tripla del match, segnata da Petracca, vale l’11-14 a meno di un minuto dalla fine. Il finale di quarto però è tutto di Lumezzane: due triple di Mastrangelo mandano in archivio i primi 10′ sul punteggio di 17-15.

La sfida resta intensa, anche se con molti errori al tiro da ambo le parti. Vicenza pareggia ancora a 19 con un canestro di Digno in transizione. Chi prende per mano la squadra nella seconda frazione è Bastone: il capitano fa la voce grossa in attacco e si spreme in difesa, ma Lumezzane ha una buona giornata al tiro pesante e con le bombe di Origlia e Scanzi mantiene qualche lunghezza di vantaggio. Quando Mastrangelo e Stautmanis convertono un tiro libero ciascuno, la forbice si allarga a sei punti (32-26). Le difficoltà offensive di Vicenza vengono mitigate da un ispirato Petracca, che trova la tripla del -3. Lumezzane cerca di fuggire, cavalcando ancora Scanzi, che trascina i suoi fino a +8 (37-29), ma nel finale la quarta tripla di Petracca sigilla il tempo con Vicenza a -5.

Dopo qualche scambio interlocutorio, nel terzo quarto la Civitus stringe le maglie in difesa e manda in difficoltà l’attacco della LuxArm. I biancorossi infilano quindi un parziale di 7-0 con cui impattano a quota 41 dopo 3′, costringendo coach Saputo al timeout. Dopo la sospensione, il parziale si allarga a 10-0, con Piccone che realizza dalla distanza il primo vantaggio vicentino del secondo tempo. Mastrangelo impatta, ma le difficoltà offensive di Lumezzane si fanno evidenti, mentre i biancorossi sono in ritmo e continuano a colpire. Arriva in breve un altro parziale di 6-0 che costringe nuovamente Saputo al timeout sul 44-50, con Vicenza capace di piazzare un complessivo 16-3. Vicenza prova la fuga: Piccone in un amen piazza una tripla, ruba un pallone in difesa e infila di nuovo dalla distanza, permettendo ai ragazzi di Ciocca di volare a +10 (48-58). Il tentativo di rimonta virtussino è affidato a Borghetti e Scanzi. Proprio quest’ultimo, sulla sirena, realizza il canestro del 52-60 che manda le squadre all’ultima pausa.

Nell’ultimo quarto però, Lumezzane vola, soprattutto in difesa, con l’attacco biancorosso completamente inceppato. Sempre Scanzi apre la ripresa segnando dalla distanza la bomba del -5 (55-60) che riporta a contatto i padroni di casa. Lumezzane perde però Stautmanis, caduto male sulla caviglia a rimbalzo. Dopo lo stop per l’infortunio patito dal lettone, Fossati segna il canestro del -3: a 7′ dalla fine, i padroni di casa, sono di nuovo ad un solo possesso di distacco. Chi si prende le responsabilità offensive quindi è Mazzucchelli, che tira fuori dalla spazzatura quattro punti pesantissimi per mantenere il vantaggio. La LuxArm però ora ha cambiato regime in difesa e trova un parziale di 8-0, firmato dai punti di Maresca e Fossati, con cui sorpassa 68-65, obbligando Ciocca al timeout con meno di 2′ da giocare. La successiva tripla di Mazzucchelli si stampa sul secondo ferro e Maresca non perdona: la bomba del numero 0 di casa vale la vittoria per la squadra di casa.

LuxArm Lumezzane - Civitus Allianz Vicenza 76-66 (17-15, 20-17, 15-28, 24-6)

LuxArm Lumezzane: Andrea Scanzi 20 (3/8, 4/7), Daniele Mastrangelo 16 (2/3, 3/5), Samuel Dilas 9 (4/6, 0/1), Edoardo Maresca 8 (1/3, 1/2), Massimiliano Fossati 8 (2/6, 0/0), Alessandro Origlia 5 (1/3, 1/1), Daniele Ciaramella 4 (1/2, 0/0), Kristofers Stautmanis 2 (0/0, 0/0), Luca Dalcò 2 (1/1, 0/2), Marco Borghetti 2 (1/1, 0/2), Roberto Bordone 0 (0/0, 0/0), Pierferdinando Fend 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 17 / 24 - Rimbalzi: 33 6 + 27 (Edoardo Maresca 9) - Assist: 16 (Daniele Mastrangelo 5)

Civitus Allianz Vicenza: Nicola Bastone 19 (7/10, 1/2), Andrea Petracca 12 (0/0, 4/4), Alessandro Cecchetti 12 (6/12, 0/0), Fabrizio Piccone 12 (1/4, 3/7), Andrea Mazzucchelli 6 (2/3, 0/5), Raphael Chiti 2 (1/2, 0/2), Luca Digno 2 (1/1, 0/2), Fabio Sebastianelli 1 (0/2, 0/0), Andrea Pavan 0 (0/0, 0/0), Giulio Basso 0 (0/0, 0/0), Marco Massignan 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 6 / 10 - Rimbalzi: 26 4 + 22 (Nicola Bastone 10) - Assist: 14 (Andrea Mazzucchelli 7)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B: La Civitus Allianz Vicenza si scioglie su più bello e perde a Lumezzane

VicenzaToday è in caricamento