rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Basket

A Vicenza anche la società gloriosa di basket femminile retrocede in B

Perde per un punto alla "bella" dei play-out (spareggio) contro Podolife Treviso pur essendo in vantaggio sino all'ultimo minuto e la pluridecorata AS Vicenza (32 titoli tra scudetti e coppe europee) finisce in cadetteria

Treviso batte Vicenza 54-53 e si merita la salvezza. Vicenza esce delusa e frastornata dai play out. Nel loro passato le vicentine hanno conseguito 32 titoli (12 scudetti, 5 coppe europee e una Ronchetti, 14 scudetti giovanili) in gran parte grazie all'indimenticato presidente Antonio Concato: questa retocessione fa molto male!
Lo sport mai come in questa partita ha saputo essere bellissimo e crudele. Rispetto a gara due (nel caldissimo palasport di Vicenza di mercoledì scorso) la serata a Treviso era fresca e molto adatta al gioco e il clima in campo e sugli spalti ottimale.  
Secondo pronostico la partita è stata caratterizzata dall’equilibrio. 6 punti di massimo vantaggio per Vicenza, 5 per Treviso. 
La fase finale, la più elettrica e la più incredibile. A metà tempo  sembra fatta per Vicenza: sul 46-45 per Treviso frutto di una tripla di Zagni, Monaco fornisce un sontuoso assist a Sturma e poi la stessa capitana colpisce da tre: 46-50. Siamo al 5' e siccome si segna col contagocce, 4 punti sono un bel tesoretto. Ma sa reagire Treviso che con un libero di Zagni, una sospensione di Diodati e un canestro da sotto di Volpato si porta sul 51-50. 
In questi frangenti due palloni buttati al vento dalle biancorosse a metà campo risultano letali e sono l’ennesimo spreco per mettere al sicuro il risultato. 

AD UN MINUTO DALLA FINE VICENZA IN VANTAGGIO DI 2 PUNTI
Ultimo minuto degno di un film di Hitchcock. Villarruel dalla lunetta è implacabile: 51-52 per la squadra di coach Ussaggi. Treviso sbaglia in attacco, Sturma cattura il rimbalzo e si merita due tiri liberi. Ne segna uno per il 51-53. Mancano 21 secondi alla fine e il sogno è lì a portata di mano. 
Treviso attacca, ma Vicenza può spendere un prezioso capitale: due falli senza pagare penalità. Spende bene il primo dopo 12 secondi. 
Time out di coach Rossi a 9 secondi dalla fine. Sotto di due Treviso deve segnare. Dopo 7 secondi con 6 braccia vicentine in faccia Perisa compie il suo capolavoro. Pur marcatissima, si alza e segna da tre: a due secondi dalla fine salva la sua squadra che letteralmente strappa dalla serie B.

Tripudio trevigiano, costernazione e lacrime vicentine. 
Sia i vincitori sia i vinti meritavano la salvezza, se non altro per quello che hanno dato in questi playout. Gara tre è stata la più bella, combattuta lealmente ed emozionante come solo il basket sa essere. 
Treviso merita sportivamente un gran battimani e la squadra di Ussaggi esce dal campo a testa alta. 
Nello sconforto merita l’applauso per avere dato tutto fino all’ultimo secondo. 

TABELLINO - Podolife Treviso-A.S.Vicenza 54-53 (16/12, 32/32, 43/45) 
TREVISO: Degiovanni 4, Perisa 8, Zagni 11, Diodati 10, Vaidanis ne., Beraldo, Tramontin ne., Battilotti 2, Gini 3, Merlini ne., Bona ne.,Volpato 16. All Filippo Rossi
Tiri da due 15/33  tiri da tre 5/17 tl 9/11 Rimb 35 (28+7) pp 20 pr 3 ass10 
VICENZA: Bellon ne., Monaco 11, Zadra ne., Garzotto 8, Mioni 3, Sturma 10, Villarruel 9, Reschiglian, Baruffato ne., Chrysanthidou 3, Tagliapietra 9. All. Fabio Ussaggi
Tiri da due 14/39  tiri da tre 5/19  tl 10/14 rimb 33 (23+10) pp 15 pr 11 ass 8
ARBITRI: Gianluca Cassiano e Leonardo Marcelli di Roma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Vicenza anche la società gloriosa di basket femminile retrocede in B

VicenzaToday è in caricamento