rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Altro

A Vicenza anche il tchoukball è biancorosso: riprendono gli allenamenti in vista del torneo primaverile di Rimini

Dal 13 gennaio, ogni giovedì alle 20 e 30 è possibile provare la disciplina "della pace e della fratellanza" (come l'ha definita l'ONU) in viale Camisano a Vicenza. A sostenere il tchoukball è il CSI

Dopo due anni di pausa ritorna il tchoukball a Vicenza grazie al Comitato provinciale del Centro Sportivo Italiano (CSI) a cui è affiliata la società Vicenza Tchoukball.
Si tratta di un gioco di squadra che si pratica su un campo che coincide con quello del basket e assomiglia al volley e alla pallamano: non si segna in porta ma facendo rimbalzare la palla su un pannello elastico al posto della porta. Non prevede il contrasto fisico né il possesso di un campo da difendere. Si tratta di un gioco di strategia in movimento pensato per evitare i comuni infortuni degli sport di squadra che si praticano in palestra.

"E' un'ottima alternativa ad altre discipline di squadra e permette il gioco misto, ragazzi e ragazze insieme", afferma il presidente di Vicenza Tchoukball, Diego Ghirardini.
"Per la verità - prosegue Ghirardini - abbiamo iniziato all'aperto con un gruppo di 6 giocatori a settembre grazie al Circolo CSI Carmini che ci ha ospitato nell'oratorio in fondo a Corso Fogazzaro. Ora abbiamo un obiettivo e cerchiamo ragazzi e ragazze per allenarci col fine di far partecipare i colori biancorossi al torneo del festival di Tchoukball Italia a Rimini a metà maggio dove si giocherà sulla sabbia". 

Gli allenamenti (anche per principianti) prendono il via giovedì 13 gennaio 2022 alle 20:30 nella palestra della scuole elementare Lioy (viale della Pace-viale Camisano). Sono ben accetti aspiranti atleti over 14 di entrambi i sessi. Ovviamente per partecipare è necessario il green pass rafforzato.
"Ci rivolgiamo soprattutto ai giovani adulti - afferma il dottor Ghirardini - studenti delle scuole superiori e universitari o giovani lavoratori. La finalità è comunque andare al grande Festival che a maggio si svolge sulla riviera romagnola, evento che è di fatto un punto di riferimento per la disciplina in Italia e un'attrattiva anche per altre nazioni. Poi nella stagione temperata torneremo anche a praticare il tchoukball all'aperto ai Carmini e in altri oratori o piastre sportive civiche".

"L'unico campionato organizzato a livello nazionale è quello di Tchoukball Italia in collaborazione con il CSI - afferma il presidente del comitato provinciale del Centro Sportivo Italiano, Francesco Brasco -. Infatti si tratta di una disciplina che ben si sposa con le finalità educative dello sport per tutti che pratica la nostra associazione di promozione sportiva. Per la sua valenza educativa nel 2001 l'ONU ha riconosciuto il tchoukball come "sport a sostegno della pace e della fratellanza". 
La disciplina fu ideata in Svizzera tra gli anni '60 e '70 dal dottor Hermann Brandt proprio per evitare il contrasto fisico e per far giocare insieme i ragazzi e gli studenti di entrambi i sessi senza esclusioni e facendo partire tutti dalle stesse basi tecniche. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Vicenza anche il tchoukball è biancorosso: riprendono gli allenamenti in vista del torneo primaverile di Rimini

VicenzaToday è in caricamento