Festa della Mamma e abbracci a distanza: oggi gli angeli hanno lavorato

È una festa della mamma diversa dalle altre questa al tempo del Coronavirus

Si sono fatte molte feste alle mamme, ma alcune sono state diverse dalle altre, oggi c'è chi ha lavorato, l'ha vista dopo mesi con le mascherine, gli ha portato i fiori, ma senza abbracci per non rischiare di ammalarla.

Oggi riabbraccio mia madre per la prima volta
"Io oggi ho dato i fiori a mia mamma senza abbracciarla e senza potergli dare un bacio.
Abbiamo pianto ad un paio di metri di distanza.
Il tutto perché sia lei che il mio babbo sono una categoria a rischio, causa patologie pregresse.
È stato bruttissimo.
Io sono 2 mesi che non mi avvicino ai miei cari, perché cerco e mi illudo di preservarli da un un'eventuale contagio, visto anche il lavoro che faccio.
Penso a tutte quelle persone che non hanno potuto nemmeno stare accanto alle proprie madri anziane per colpa di questa emergenza.
Io per mia fortuna almeno li posso vedere alla terrazza mentre gli porto a casa la spesa."
Una lavoratoratrice dell'Ospedale di Vicenza

Le donne che hanno un lavoro in Italia sono 5,4 milioni e, di queste, 3 milioni hanno almeno un figlio con meno di 15 anni». Durante il lockdown per l’emergenza coronavirus hanno lavorato più dei papà. Lo dicono i dati di ricerca della Fondazione studi dei consulenti del lavoro. Fiori e piante sono il regalo più scelto dagli italiani per festeggiarle. Su 100 occupate con almeno un figlio con meno di 15 anni, 74 hanno lavorato ininterrottamente (contro 66 uomini nella stessa condizione), il 12,5% ha ripreso il lavoro dallo scorso 4 maggio, mentre il 13,5% dovrebbe ritornare alla propria attività entro la fine del mese. E' difficile conciliazione lavoro e impegni familiari per le madri lavoratrici.

Chi ha lavorato oggi

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oggi in tanti hanno dovuto fornire servizi essenziali: i taxi e mezzi del trasporto pubblico; negli ospedali: le forze di sicurezza: Polizia, Carabinieri. E poi nei pubblici esercizi: pasticcerie, bar, ristoranti, gelateria, tutte le attività oggi aperte con la consegna. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dove gustare il miglior gelato: le top gelaterie di Vicenza e provincia

  • Tragedia sulle Gallerie del Pasubio: giovane precipita e muore dopo un volo di 150 metri

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: ecco come si vota

  • Stanno cambiando le frequenze televisive: scopri se la tua TV è da rottamare

  • Alunna positiva al Covid-19, scatta il protocollo: classe in quarantena

  • L'appartamento brucia e si lanciano dal 2° piano: mamma e figlio in ospedale, gravissimo il padre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VicenzaToday è in caricamento