rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021

Torri, blitz di Forza Nuova: "Nomadi solo in concerto"

Le immagini della provocatoria azione del partito di estrema destra in consiglio comunale

Il comunicato di Forza Nuova 

Un’iniziativa, l’ennesima del movimento sul territorio, con tanto di blitz in consiglio comunale ed esposizione provocatoria di uno striscione riportante la scritta “Nomadi? Solo in concerto!”, quella andata in scena durante l’ultimo consiglio comunale di giovedì 30 marzo a Torri di Quartesolo.

E Forza Nuova lancia un vero e proprio decalogo in difesa da chi infrange la legge:

“Invitiamo i clienti molestati a denunciare, a non raccogliere provocazioni, a mantenere al sicuro la borsa tenendola davanti agli occhi, a custodire il portafogli in tasche interne o anteriori dei pantaloni, a non distrarsi quando aprono la bauliera e gli sportelli della macchina, ad avere le mani libere da telefonini ma soprattutto a non dare monetine ai nomadi perché questo li farebbe aumentare giorno per giorno”. Una sorta di vademecum quello che Forza Nuova Vicenza ha racchiuso in comunicato per richiamare l'attenzione sulla presenza di nomadi davanti ai Centri commerciali Le Piramidi e Palladio.

Daniele Beschin, coordinatore provinciale di Forza Nuova chiede più controlli: “Difendiamo i clienti dei negozi, le dipendenti, ma soprattutto i cittadini residenti a Torri”, dice. “ nomadi maleducati e insistenti ovunque e amministratori e funzionari di pubblica sicurezza latitanti: ormai non c'è più pace e i cittadini fanno fatica a compiere una delle pratiche più normali della vita quotidiana, la spesa, in un momento già molto delicato per la crisi che coinvolge gli esercizi commerciali. In varie zone di Torri stazionano nomadi – si legge in un comunicato – che attendono i clienti per chiedere l'elemosina, offrirsi di trasportare borse e carrelli con modi insistenti e talvolta minacciosi e difendersi da questi soprusi è sempre più difficile, soprattutto per anziani e donne sole. Sappiamo bene che non possono fare niente né i titolari dei negozi, né cassieri e dipendenti che, anzi, sono i primi a dovere convivere ogni giorno con questa situazione. Beschi dice: “Un rom nel posto guadagna più di un operaio specializzato, circa 60-80 euro al giorno, rigorosamente esentasse. Questo accertamento è stato fatto dalla direzione di un supermercato di Vicenza, stufa di vedere gli zingari stazionare davanti al negozio e dover tutelare i clienti pressati dalle richieste di soldi. Chiediamo di mettere fine a queste situazioni – conclude il responsabile di Forza Nuova – chiediamo controlli a campione ogni giorno davanti ai supermercati, chiedendo documenti a chi staziona lì tutto il giorno. Chiediamo, insomma, un segnale di attenzione verso le famiglie e i dipendenti dei negozi, non escludendo, come già avvenuto con gran successo al The Space Cinema, di dover impiegare direttamente i nostri militanti, per allontanare certe persone indesiderate”.

Video popolari

Torri, blitz di Forza Nuova: "Nomadi solo in concerto"

VicenzaToday è in caricamento