Sabato, 13 Luglio 2024
social

Sono vicentine le poltrone dove si sono seduti i grandi della terra al G7 in Puglia

Made in Lonigo, azienda fondata nel 1976 come piccolo laboratorio artigianale

Sono firmate Luxy le poltrone utilizzate dai leader delle sette maggiori economie mondiali e dal Santo Padre durante il 50° Vertice del G7, tenutosi dal 13 al 15 giugno a Borgo Egnazia, in Puglia, sotto la presidenza italiana.

Questa prestigiosa conferma è un traguardo significativo per Luxy, un'azienda italiana con sede a Lonigo specializzata nella produzione di sedute di design. Già nel 2019, Luxy aveva fornito le poltrone "Light" per il G7 di Biarritz, ricevendo elogi unanimi per l'eccellenza del design italiano.

Quest'anno, i modelli direzionali "Italia" e "Nulite" hanno arredato il tavolo del G7. La collezione "Italia", progettata dallo studio Favaretto, comprende sedute iconiche concepite per migliorare l'ambiente lavorativo. Per Papa Francesco, ospite d’onore al G7, è stata prodotta una versione speciale del modello "Italia".

Tra i leader che hanno utilizzato le poltrone Luxy al G7 vi erano i capi di Stato di Italia, Canada, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti d'America, oltre ai rappresentanti dell’UE, Charles Michel, presidente del Consiglio europeo, e Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea.

Fondata nel 1976 come piccolo laboratorio artigianale, Luxy è cresciuta negli anni diventando un'azienda internazionale nel settore delle sedute ergonomiche e di design per ambienti di lavoro, uffici e home office, mantenendo una forte attenzione all'innovazione, alla qualità e alla sostenibilità.

"La scelta delle poltrone Luxy per la presidenza italiana del G7 - commenta il presidente di Luxy, Giuseppe Cornetto Bourlot - è per noi motivo di grande orgoglio ed evidenzia ancora una volta il successo del design e della produzione di qualità tipici del Made in Italy, di cui Luxy è portavoce ed esempio."

Coniugando ergonomia, design e straordinaria qualità produttiva, Luxy è oggi un marchio affermato non solo in Italia, ma anche in oltre 40 Paesi del mondo, esportando più del 50% della sua produzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sono vicentine le poltrone dove si sono seduti i grandi della terra al G7 in Puglia
VicenzaToday è in caricamento