rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
social

Migliori Osterie d'Italia, le premiate a Vicenza e in Veneto

Sono ben 5 i locali che hanno ricevuto le ambite Chiocciole di Slow Food

La nuova edizione di Osterie d’Italia 2022, l’iconica guida del 'mangiarbere' firmata Slow Food, ha assegnato le Chiocciole alle 246 migliori osterie su 1713 indirizzi recensiti.

Le osterie si confermano un patrimonio storico, culturale, gastronomico, accessibili, nel costo, nel modo di porsi, nella cucina.

I premiati sono trattorie, osterie, agriturismi e ristoranti, tutti scelti per buona accoglienza, piatti del territorio, attenta selezione delle materie prime e giusto prezzo.

Le migliori osterie a Vicenza e provincia

Madonnetta – Marostica (VI)

50624139_2919515381399310_1897768438319808512_n-2

“Dal 1904 ad oggi la Madonnetta è la migliore e più vera esperienza della cucina tipica veneta che i nostri ospiti possono rivivere attraverso un menù dai piatti semplici, genuini, saporiti e stagionali." Fam. Guerra

Laita La Contrada del Gusto – Altissimo (VI)

CHI-SIAMO_Laita-199-2

Immagina una contrada incastonata nei boschi della Lessinia. Immagina di cenare in un vecchio fienile. Immagina colori, suoni, luci. Immagina una vista sui prati e sui dolci fianchi di Cima Marana. I piatti variano secondo stagione e disponibilità degli ingredienti e i menù sono differenziati per tema e per gusto, 

Zamboni – Arcugnano (VI)

1597594_861385943955475_1947937223775631126_o-2

Uno storico locale, molto accogliente, che permette di godere il panorama dei Colli Berici dalle grandi vetrate. Pane, pasta e dolci sono prodotti in casa, grande attenzione alla materia prima. Da assaggiare: gli sformatini con le verdure di stagione, i maltagliati al ragù bianco, il petto di faraona con tartufo. Carta dei vini di tutto rispetto.

Isetta – Val Liona (VI)

228083215_10158166094517592_2163288294106365569_n-2

Da oltre 60 anni la specialità è la carne, cucinata su una vera griglia davanti ad un vero fuoco, che è possibile vedere dalla sala.  Nel ristorante tutto, dai grissini alla pasta, dagli gnocchi ai gelati e i dolci è preparato in casa. L'ultima domenica di agosto del 1950 la nonna Isetta ha aperto per la prima volta al pubblico la Trattoria, che è passata poi al figlio Galdino, ed ora è nelle mani di Monica e Manuela che portano avanti una solida tradizione famigliare.

Da Doro – Solagna (VI)

36319001_1984177204960301_7162166477875838976_n-2

"La nostra è una cucina tradizionale, basata su piatti tipici rivisitati dai cuochi Giovanni ed Anna, sempre pronti a nuovi spunti. Una cucina essenzialmente semplice ma non per questo banale. La regola che ci prefiggiamo è una sola, ma essenziale: qualità delle materie prime. Gli ingredienti che usiamo sono tutti prodotti derivanti da agricoltori locali, persone che hanno un modo di lavorare simile al nostro, rispettoso del cliente e della materia stessa. E' su questi principi che fondiamo il nostro concetto di Trattoria: un luogo genuino, caldo, dove passare delle ore piacevoli." Un luogo da ricordare...

Le migliori osterie in Veneto

  • Alle Codole – Canale d’Agordo (BL)
  • Pironetomosca – Castelfranco Veneto (TV)
  • Dai Mazzeri – Follina (TV)
  • Enoteca della Valpolicella – Fumane (VR)
  • Al Ponte – Lusia (RO)
  • Il Sogno – Mirano (VE)
  • Da Paeto – Pianiga (VE)
  • Arcadia – Porto Tolle (RO)
  • Locanda Solagna – Quero Vas (BL)
  • Al Forno – Refrontolo (TV)
  • Antica Trattoria al Bosco – Saonara (PD)
  • San Siro – Seren del Grappa (BL)

Il ritorno della Chiocciola

Ritorna il massimo riconoscimento alle osterie, la Chiocciola, ai locali che più piacciono e convincono per l’ambiente, la cucina e l’accoglienza in sintonia con Slow Food. 

“L’ottimo risultato delle osterie, anche quando messe a confronto con altre realtà del settore ristorativo, è un diretto riflesso della struttura delle stesse - commentano i curatori della Guida - la maggior parte, infatti, è gestito a livello familiare o amicale, il che ha permesso una flessibilità e un adattamento notevole durante periodi di grande cambiamento come quello appena vissuto, perché libero da logiche economiche molto più rigide. Non per ultimo, resta il fatto che le osterie siano riconosciute come luoghi più accessibili, nel prezzo come nel servizio, nel modo di porsi, nella cucina."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migliori Osterie d'Italia, le premiate a Vicenza e in Veneto

VicenzaToday è in caricamento