Centenario della Grande Guerra: la Lampada della Pace a Monte Berico

Al via il tavolo tecnico preparatorio del grande avvenimento del 27 ottobre

Sarà l’evento conclusivo di tutte le celebrazioni per i 100 anni della Grande Guerra, il più atteso e il più sentito: l’arrivo solenne della “Lampada della Pace” alla Basilica di Monte Berico, il prossimo 27 ottobre. Un giorno che si configura come momento di grande partecipazione, che coinvolgerà tutta la città, la provincia e la regione, con la prevista partecipazione di altissime Autorità civili, militari e religiose, dei Sindaci dei Comuni vicentini, dei  rappresentanti di moltissime associazioni militari e non, di studenti ed alunni delle scuole, e della cittadinanza tutta.

Il progetto della manifestazione, elaborato e proposto dal “Comitato Lampada della Pace”, ha già ottenuto il consenso e il convinto appoggio di tutte le istituzioni locali. Venerdì 20 luglio è stato dato il via ufficiale ai preparativi della grande cerimonia, nel corso di un incontro tecnico, presieduto dal Prefetto Dott. Umberto Guidato, tenutosi nella sala dorata della Prefettura di Vicenza, alla presenza dei rappresentanti del Comitato proponente, del Comune di Vicenza, di Questura, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Locale, Vigili del Fuoco, Diocesi di Vicenza, Ufficio Scolastico Territoriale, Associazioni D’Arma (Assoarma), Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia (U.N.U.C.I.), e Fondazione 3 Novembre.

Nelle prossime settimane verranno messi a fuoco i vari aspetti organizzativi della cerimonia che sin d’ora può considerarsi di primaria importanza sia dal punto di vista celebrativo che organizzativo, con tutto quello che ne consegue in termini di sicurezza e fluidità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' in arrivo la Luna del Castoro: ecco quando brilla in cielo

  • Qualità della vita, Vicenza agguanta il podio: terza città a livello nazionale, prima del Veneto

  • Natale e Capodanno: trovato il modo per festeggiare

  • Coronavirus, altre 9 vittime a Vicenza: anche un uomo di 58 anni

  • Piogge e qualche fiocco di neve: welcome december

  • Covid e Valle del Chiampo: «Non chiamatela zona rossa»

Torna su
VicenzaToday è in caricamento