rotate-mobile
social

Puoi dormire in gondola davanti a San Marco, lo scherzo a Venezia

Ecco la verità sulla burla che oggi impazza nei social

Il primo aprile è tradizionalmente un giorno di scherzi, chi non si ricorda che quando si andava a scuola c'erano sempre dei burloni che si inventano prese in giro. Ora questa usanza continua nei social e le uscite più simpatiche di oggi sono i piselli quadrati di Lumignano alla prossima sagra e il pesce d'aprile di Venessia.com

DORMIRE IN GONDOLA DAVANTI SAN MARCO

«Prova l'ebbrezza del camping lagunare, approfitta di questa offerta».. ma è il pesce d'aprile by Venessia.com

«È ufficiale! Aibnb finalmente rende reale il sogno di ogni turista: alloggiare in una meravigliosa gondola e svegliarsi in Bacino di San Marco. Prova l'ebbrezza del camping lagunare, approfitta di questa offerta che si oppone allo sfratto residenziale, e sentiti come un vero nobile veneziano». Ha quasi l'aria di essere reale la prenotazione in gondola a Venezia, ma si tratta del pesce d'aprile realizzato anche quest'anno dal gruppo "Venessia.com". 

«Far pernottare gli ospiti in gondola, un tempo mezzo di trasporto quotidiano dei veneziani più abbienti, sarà la svolta per il colossale portale che sembra muovere i primi passi (finalmente) verso una più profonda sensibilizzazione del territorio e la comunità locale già in sofferenza per lo spopolamento - continua il testo dello scherzo - La gondola è certificata come unità abitativa e con un leggero sovrapprezzo si può avere un gondoliere oriundo che vi porta in giro per i canali. Garanzia soddisfatti o rimborsati».

LA STORIA DEL PESCE D'APRILE

La tradizione del Pesce d’aprile,  ha diverse ipotesi sulla sua nascita. Una leggenda suggerisce che nel XIV secolo, il Beato Bertrando di San Genesio, patriarca di Aquileia, salvò un papa da soffocamento con una spina di pesce. In segno di gratitudine, il pontefice proibì il consumo di pesce il primo aprile, dando origine al nome “Pesce d’aprile” 

Nel XVI secolo, la riforma del Calendario Gregoriano spostò il Capodanno dal 25 marzo al primo gennaio. Tuttavia, non tutti erano a conoscenza del cambiamento, e coloro che continuarono a festeggiare il Capodanno il primo aprile furono chiamati “Sciocchi di aprile”. Questo termine si diffuse in Francia come “Poisson d’Avril” (Pesce d’Aprile), riferendosi ai pesci che abboccano all’amo, proprio come le persone abboccavano alle beffe fatte nei loro confronti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Puoi dormire in gondola davanti a San Marco, lo scherzo a Venezia

VicenzaToday è in caricamento