rotate-mobile
La ricerca ha prodotto 473 risultati per 32 pagine. Vedi anche l'argomento PFAS
Ricerca Avanzata
Tav e Pfas, trascurati «i problemi dell'inquinamento»

Tav e Pfas, trascurati «i problemi dell'inquinamento»

La denuncia è di «Acqua bene comune» che ha rilanciato le sue preoccupazioni che incombono tra la provincia berica e quella scaligera in un lungo dispaccio in cui si da conto delle possibili conseguenze della presenza dei cantieri. Tanto che l'associazione ha incontrato i vertici veronesi di una delle più importanti spa pubbliche del ciclo idrico integrato

Derivati del fluoro: «serve tolleranza zero»

Derivati del fluoro: «serve tolleranza zero»

Le «Mamme no Pfas» chiedono un incontro urgente ai ministeri dell'Ecologia e della Salute: l'obiettivo è la modifica della norma sulle soglie. A palazzo Ferro Fini invece il trevigiano Zanoni chiede conto alla giunta Zaia della contaminazione riscontrata nei pressi dei cantieri della Superstrada pedemontana veneta, finita da alcuni giorni in una polemica al vetriolo

Poscola, Pfas «alle stelle»: la Provincia diffida la Spv

Poscola, Pfas «alle stelle»: la Provincia diffida la Spv

In prossimità del cantiere della Superstrada pedemontana a ridosso della Priabonese sono stati riscontrate concentrazioni nelle acque di drenaggio per oltre 13mila nanogrammi per litro. Anche la falda è stata contaminata tanto che il comune di Castelgomberto ha dovuto chiudere due scarichi «non autorizzati» in un immissario: tensione in Regione dove sono finite nel mirino le lavorazioni interne al tunnel in costruzione tra Malo e la valle dell'Agno

Pfas, bufera sul monitoraggio a Trissino

Pfas, bufera sul monitoraggio a Trissino

La Regione Veneto dà il via ad una campagna di rilevamento dei temibili derivati del fluoro nei residenti del piccolo comune lessino. Gli ecologisti però contestano senza sconti l'approccio e la metodologia seguiti da palazzo Balbi parlando di operazione di «di mera facciata»: frattanto si moltiplicano le voci su una serie di dati inquietanti rispetto alla presenza delle sostanze chimiche anche nella catena alimentare

Pfas, il processo entra nel vivo

Pfas, il processo entra nel vivo

Sono 315 le parti civili che si sono presentate in tribunale. Ma a Borgo Berga rimangono sullo sfondo altre due questioni di non poco conto: il filone di inchiesta di cui è trapelato poco o nulla relativo ad eventuali illeciti in capo agli enti pubblici nonché i rivoli più inquietanti oscuri dell'affaire Safond-Martini del quale non si hanno ancora notizie precise

VicenzaToday è in caricamento