rotate-mobile
La ricerca ha prodotto 468 risultati per 32 pagine. Vedi anche l'argomento PFAS
Ricerca Avanzata
Inquinamento Miteni? «Provocato da una falla degli impianti»

Inquinamento Miteni? «Provocato da una falla degli impianti»

Secondo i gestori del ciclo le responsabilità della società sono emerse in udienza dopo la testimonianza di Alessandro Bizzotto, all'epoca dirigente di Arpav: ma oltre al processo alla ditta trissinese, l'Ovest vicentino ribolle per una querelle davanti al tribunale del lavoro che vede fronteggiarsi due concerie e i sindacati confederali

Caso Miteni, l'Arpav sulla graticola degli ecologisti

Caso Miteni, l'Arpav sulla graticola degli ecologisti

Mentre a Borgo Berga il processo per l'affaire Pfas entra nel vivo, i comitati puntano l'indice sulla agenzia ambientale della Regione Veneto accusandola di non avere agito al meglio per quanto riguarda la vigilanza sul sito industriale trissinese: frattanto uno studio pubblicato su Science disvela nuovi rischi sui feti causati dai derivati del fluoro

Caso Pfas? «Miteni vittima sacrificale»

Caso Pfas? «Miteni vittima sacrificale»

Le difese della società al centro di un colossale processo per disastro ambientale spiegano come la natura dei reflui prodotti fosse stata comunicata agli enti gestori. I quali però in udienza replicano a muso duro definendo non sostanziata la lettura dei legali. E intanto emerge ancora il dramma della estrema difficoltà dei controlli nei confronti delle industrie chimiche da parte degli enti pubblici

Inquinamento Miteni? «Si indaghi su Arpav»

Inquinamento Miteni? «Si indaghi su Arpav»

Le Mamme no Pfas chiedono a Palazzo Balbi l'avvio di un procedimento amministrativo per verificare l'operato della agenzia ambientale veneta cui spettavano i controlli sulla fabbrica dell'Ovest vicentino: poi finita al centro di un maxi scandalo che sta colpendo pure la filiera agro-alimentare. Ed anche su quest'ultimo aspetto si invoca chiarezza

Caso Pfas, uno spettro aleggia su Arpav e magistrati

Caso Pfas, uno spettro aleggia su Arpav e magistrati

Una annotazione bollente redatta dai carabinieri del Noe potrebbe inguaiare l'agenzia ambientale e alcune toghe mentre a Borgo Berga si vocifera di pressioni «indicibili» e di un fascicolo inaccessibile che toglie il sonno a pezzi dell'economia, della politica e delle istituzioni del Veneto. I quali temono che quel faldone d'inchiesta «stranamente» archiviato possa trasformarsi «in un vaso di Pandora»

VicenzaToday è in caricamento