rotate-mobile
Scuola

Vaccini in Veneto: Codacons denuncia Lorenzin al Consiglio dei Ministri

Il Governo è pronto a fare ricorso contro la Regione Veneto che ha fatto slittare di due anni l'obbligo della profilassi. L'associazione consumatori pronta a dare battaglia

Dopo l'annuncio del ministro Lorenzin di valutare il ricorso contro la moratoria della Regione Veneto sul decreto vaccini con la derega di due anni sulla obbligatorierà, incombe ora una denuncia del Codacons al Tribunale dei Ministri contro il Ministro della salute. 

"La risposta della Lorenzin appare come una minaccia inaccettabile - spiega il Codacons - uno sfregio alla Costituzione e alle competenze riconosciute alle regioni per il quale ora dovrà pronunciarsi il Tribunale dei Ministri"

"Presenteremo oggi stesso un esposto al Tribunale perché riteniamo il comportamento del ministro inaccettabile e lesivo della Costituzione – spiega l’associazione dei consumatori – La decisione della Regione Veneto di prorogare fino al 2019 le nuove disposizioni sulle vaccinazioni è pienamente legittima, perché la Costituzione riconosce alle amministrazioni regionali piena autonomia su alcune materie come la sanità. Non solo. La deroga è quanto mai necessaria per arginare il caos nelle iscrizioni a scuole e asili causato da una legge, quella voluta dal Ministro Lorenzin, varata in fretta e furia e piena di errori e zone grigie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini in Veneto: Codacons denuncia Lorenzin al Consiglio dei Ministri

VicenzaToday è in caricamento