rotate-mobile
VicenzaToday Schio / Via Pio X, 21

Programma lavori pubblici 2012: chiarezza e trasparenza da subito

Intervento del capogruppo Pdl di Schio, Alberto Bressan

PROGRAMMA LAVORI PUBBLICI 2012

Bressan (PDL Schio): chiarezza e trasparenza fin da subito sul leasing in costruendo

Se come pensiamo siamo di fronte a una scelta politica strategica dell'Amministrazione sulle modalità di finanziamento per la costruzione delle prossime opere pubbliche a Schio è del tutto evidente che vogliamo, prima possibile, valutarne tutti gli aspetti, soprattutto quelli legati alle conseguenze nel tempo di questi impegni sul Bilancio del Comune e in riferimento alla virtuosità di queste scelte finanziarie - così esordisce Alberto Bressan capogruppo del PDL in Consiglio comunale a Schio.
E infatti nel programma lavori pubblici 2012 compaiono quattro nuove opere per un totale di 11.200.000 euro finanziate non più con il tradizionale ricorso a mutui, ma con una forma abbastanza innovativa di partnerariato pubblico privato definito Leasing immobiliare in costruendo. Opere non di poco conto e di indubbia importanza per gli scledensi quali la palestra di Giavenale, il Centro servizi del Campus, il Centro civico a SS. Trinità e un edificio ad uso servizi pubblici a Poleo
E di conseguenza - avendo deciso politicamente di servirsi del leasing in costruendo - nei prossimi anni l'Amministrazione, come si evince dai prospetti, non "accenderà" più nuovi mutui per finanziare la costruzione delle opere previste.
Di fatto, non essendo noi contrari in linea di principio alla costruzione di nuove opere pubbliche, il leasing in costruendo prevede - spiega il consigliere scledense del PDL - che l'Amministrazione attribuisca a un privato, dopo una "gara", la costruzione dell'opera cominciando a pagare i canoni relativi sono alla consegna dell'opera stessa, scaricando molti rischi sul privato, e avendo in linea di principio l'opzione di riscatto sull'opera stessa. Una formula "chiavi in mano" tanto per capirci tutti.
Fin qui nulla da dire apparentemente, ma per quanto concerne gli aspetti finanziari ed economici di questo strumento la Corte dei conti - continua Alberto Bressan - ha già avuto modo di esprimere il suo parere. Che si riassume nell'indicazione agli enti locali che il leasing in costruendo si può usare solo se dimostrato essere finanziariamente ed economicamente più vantaggioso rispetto ai normali mutui e che questo strumento in nessun caso può essere usato per eludere il patto di stabilità. E in effetti - la Corte dei conti in ciò ha ragione - non vi può essere un governo a Roma che "aggredisce" il debito pubblico e chi, nel territorio, lo alimenta con strumenti diversi.
Da qui le nostre legittime preoccupazioni e la decisione di depositare oggi in Consiglio comunale a Schio una mozione - spiega Alberto Bressan - in cui si chiede al Sindaco di attivarsi per dimostrare ai consiglieri e al Consiglio comunale numeri e dati alla mano, prima dell'approvazione del piano degli interventi 2012, che la scelta del leasing in costruendo, almeno per le 4 opere previste per il prossimo anno, è più vantaggioso finanziariamente ed economicamente rispetto ai tradizionali mutui, oltre a chiarire se questa scelta di fatto non sia elusiva dei vincoli dettati dal patto di stabilità.
E' evidente che la nostra mozione, oltre a non voler essere una mossa ostruzionistica, è una richiesta di trasparenza e di chiarezza - chiarisce il capogruppo del PDL - rivolta all'Amministrazione al fine di garantire a tutti i cittadini, oltre al Consiglio comunale quale organo di controllo per legge, che anche nei prossimi anni i conti del Comune saranno in ordine, che la virtuosità nel rispetto dei vincoli di finanza pubblica sarà tale nel tempo e che i cittadini siano abbastanza certi che le scelte finanziarie dell'Amministrazione - e di questo tempo tutti sanno cosa significhi - non abbiano ripercussioni negative sulle loro tasche.
Siamo assolutamente fiduciosi che il Sindaco Luigi Dalla Via sarà disponibile a una riflessione comune sui temi sollevati - conclude Alberto Bressan - che rivestono una importanza decisiva per il futuro della nostra città.
Appare evidente che valuteremo comunque la possibilità di sottoporre al parere della Corte dei conti il leasing finanziario che verrà usato per costruire la nuova palestra di Giavenale per una cifra di 1.800.000 euro, opera che ha già avuto l'ok all'unanimità del Consiglio comunale e che anche il nostro gruppo, proprio perché non contrari ideologicamente a nuove opere utili alla comunità, abbiamo votato. Voto, che proprio perché positivo e ne ribadiamo la bontà politica, vogliamo venga garantito anche per gli aspetti finanziari da chi, la Corte dei Conti del Veneto, lavora innanzitutto per garantire agli amministratori la bontà o meno delle scelte politiche che si trovano a fare in Consiglio.

Schio, 30 dicembre 2011

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Programma lavori pubblici 2012: chiarezza e trasparenza da subito

VicenzaToday è in caricamento